A- A+
PugliaItalia
Modugno, il sindaco Magrone proclama il lutto cittadino

Per l’esplosione nella fabbrica di giochi pirotecnici Bruscella Fireworks il Sindaco di Modugno, Nicola Magrone, ha proclamato il lutto cittadino per domani, domenica 26 luglio, e in concomitanza con la celebrazione delle esequie sino alla conclusione della cerimonia funebre.

Il sindaco - è detto nell’ordinanza - ha voluto così Interpretare “il sentimento di dolore, sgomento e profonda commozione che ha colpito il sindaco stesso, il Consiglio e la Giunta Comunali, l’intera comunità cittadina” e “manifestare in modo tangibile e solenne il dolore della città per questo tragico evento” e la “profonda e commossa partecipazione dell’intera comunità al dolore dei familiari”.

fireworks
 

L’assessorato comunale ai servizi sociali, intanto, sin da ieri ha cercato di avviare attività di sostegno alle famiglie delle vittime e dei feriti. Anche tramite l’interessamento del prefetto di Bari, Carmela Pagano, il sindaco Magrone e l’assessore comunale ai servizi sociali, Rosa Scardigno, hanno preso contatti con volontari pugliesi della Società italiana di Psicologia dell’Emergenza (Sipem) per un loro coinvolgimento diretto nel necessario aiuto psicologico ai famigliari delle vittime.

L’amministrazione comunale sta ora anche cercando di capire quali e di che entità possano essere eventuali esigenze economiche delle famiglie coinvolte nella strage: a questo riguardo Magrone fa sapere che il Comune si farà carico di coordinare ogni intervento volontario su questa questione e sottolinea che il presidente di Confindustria Puglia, Domenico De Bartolomeo, lo ha già chiamato per manifestargli la disponibilità della sua organizzazione alla erogazione di aiuti.

Intanto, secondo quanto è stato reso noto da funzionari dei Vigili del Fuoco, sono concluse le attività di recupero delle persone coinvolte nella strage. E’ previsto un nuovo sopralluogo del procuratore della Repubblica, Giuseppe Volpe, col quale si avvieranno i rilievi utili alle indagini per capire le cause e le modalità di quel che è accaduto.

Mazzarano
 

Il Gruppo in Consiglio regionale del Partito democratico ha espresso “profondo cordoglio” ai parenti delle vittime dell'esplosione nella fabbrica di fuochi di artificio Bruscella, a Modugno.

"Siamo consapevoli - sottolinea il capogruppo, Michele Mazzarano - che le parole non servono in momenti dolorosi come questi. Ma vogliamo ugualmente abbracciare i famigliari di chi ha perso la vita sul posto di lavoro".

"Purtroppo - aggiunge - accade ancora che il lavoro, che dovrebbe essere vita, diventa causa di morte". "Agli inquirenti spetta ora il compito di accertare eventuali errori e responsabilità che hanno potuto causare questa tragedia. Si fa però ancora più attuale e urgente - conclude il capogruppo Pd - la necessità di intervenire sulle misure di sicurezza sul lavoro, specialmente in aziende a rischio incidente come quelle che producono fuochi di artificio".

(gelormini@affaritaliani.it)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
magronemodugnoluttocittadinosindacobruscella
i blog di affari
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.