A- A+
PugliaItalia
Piano riordino, Gorgoni: 'Dovrà approvarlo il Ministero'

In una nota diffusa, la precisazione del direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Giovanni Gorgoni, a proposito dell’attuazione del Piano di riordino ospedaliero approvato in giunta lo scorso 29 febbraio.

foto3 confza stampa sanità
 

 

“Le inevitabili e, per molti versi, comprensibili reazioni alla Delibera di giunta regionale 161 del 29/02/16 con cui è stato adottato lo schema di riordino della rete ospedaliera regionale", segnala Gorgoni,  "richiedono alcune precisazioni aggiuntive rispetto alle comunicazioni delle passate settimane sui motivi e sui criteri di un adempimento nazionale che ha alcuni limiti ma che rappresenta comunque un obbligo di legge e, noi riteniamo, anche una grande occasione di riforma dell'assistenza ospedaliera pugliese".

 

"Il piano di riordino, così come deliberato lo scorso 29 febbraio, dovrà trovare la condivisione dei tavoli ministeriali e avere attuazione entro fine 2017: ciò significa che il passaggio dal vecchio al nuovo assetto potrà avvenire gradualmente, anche con la collaborazione delle comunità locali e delle organizzazioni sindacali".

 

E poi precisa: "Questo vale a maggior ragione per l'aspetto più doloroso del riordino - la chiusura dei punti nascita per comunità come Corato, Putignano, Galatina, Copertino - che potrà trovare un percorso graduale e condiviso senza mai pregiudicare il primario diritto alla sicurezza della donna e del bimbo che porta in grembo”.

 

(gelormini@affaritaliani.it)

 

-------------------------

Pubblicato sul tema: Pediatria Ostuni, chiude? "Lettera di una madre..."

                              

                               Piano riordino osp., Zullo (CoR): "Scelte paiono fatte a danno avversari…

Tags:
sanitàpianoriordinoministerogorgoni
i blog di affari
Covid, medici e scienziati: i sacerdoti del nuovo culto della scienza medica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Dissenso verso il nuovo capitalismo terapeutico e dalle tendenze
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, la vita pubblica in mano ai medici
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.