A- A+
PugliaItalia
Premio 'Mimosa d'Argento' A Luisa Ruggio, salentina

Nell’universo femminile che merita di essere premiato c’è anche la scrittrice salentina Luisa Ruggio. Ha ricevuto a Brienza, in Basilicata, il premio “Mimosa d’Argento”, dedicato alle donne che si sono distinte nei loro ambiti di competenza lavorando ogni giorno con impegno.

Premiata per la sezione Letteratura, l’autrice ha ricevuto il riconoscimento nel corso di una cerimonia che ha visto la partecipazione di autorevoli rappresentanti femminili impegnate nelle istituzioni, nella cultura, nel giornalismo  e nell’associazionismo locale, nell’ambito di un evento pensato appositamente per onorare la donna e i suoi ruoli preziosi nella società di sempre. 

luisa ruggio mimosa d'argento
 

Grandiosamente affascinata dal luogo che ha scelto di omaggiarla, Luisa Ruggio ha detto:  “Brienza è un fortino di storie e volti dell’Italia interna, il borgo medievale e il castello fanno da corona a un luogo che ha saputo rimettersi in piedi dopo due storici terremoti che ne hanno cambiato l’assetto. Per me è stato un onore incontrarne la comunità ed ascoltare le storie di contadini ed emigranti di ritorno, gente accogliente che ama condividere e conosce il linguaggio davvero necessario del fiume che attraversa quella terra, della pietra delle antiche case a grappolo, degli alberi e delle montagne, la voce del fuoco e della terra”.

Giornalista e scrittrice salentina, Luisa Ruggio (1978) ha recentemente pubblicato “Teresa Manara” (Controluce, 2014), che racconta una storia d’amore ambientata nel Salento degli anni ’50, esaltandone la natura secolare di terra di vino e vendemmia (vedi articolo correlato). 

Il suo romanzo d’esordio, “Afra” (Besa, 2006) ha vinto cinque premi letterari. Dopo il suo secondo romanzo, “La nuca” (Controluce, 2008) ha pubblicato la raccolta di racconti brevi “Senza Storie” (Besa, 2009).

Ha all’attivo svariati riconoscimenti letterari ed è autrice del blog “Dentro Luisa” (www.luisaruggio.blogs.it) che aggiorna dal 2006. Oltre alla scrittrice salentina, sono state premiate a Brienza, direttamente dal sindaco Antonio Distefano,  Antonella Inciso de “La Gazzetta del Mezzogiorno” (sezione Giornalismo) e Anna Bruno, direttore di FullPress Agency (sezione Comunicazione). Per l’associazionismo, invece, i riconoscimenti sono stati per le donne della “Fattoria Burgentina”, della Fidas e dell’Avis.

-----------------------------

Già pubblicato: ‘Teresa Manara’, il novello di Luisa Ruggio

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ruggiosalentopremiomimosabrienzascrittrice
i blog di affari
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.