A- A+
PugliaItalia
Radici del Sud, il mondo a confronto A Bari il X Salone dei Vini meridionali

La grande occasione di interfacciarsi con i maggiori esperti mondiali e i più affermati buyer internazionali, cui affidare le sorti di vini prodotti con rigore e immenso talento, ha spinto oltre 160 aziende produttrici ad aderire alla rodata manifestazione, che da dieci anni dà impulso al particolare mercato del vino da vitigno autoctono del Sud Italia e contribuisce a renderlo immediatamente riconoscibile ben al di là dei confini nazionali.

La complessa ma collaudata formula che mette insieme numerose attività, durante i sette giorni in cui presso l’Hotel Rondò di Bari si svolgerà Radici del Sud, consente ai numerosi ospiti addetti ai lavori di comprendere e apprezzare al meglio la natura degli speciali vini autoctoni e ai produttori di promuoverli con grande efficacia.

Radici Sud logo1
 

Il ricco e articolato programma prevede tre giornate di incontri BtoB tra le cantine produttrici e i buyer che interverranno alla manifestazione già interamente prenotati e ai quali non è pertanto più possibile iscriversi, approfondimenti tematici a cura dei maggiori esperti enologici mondiali tra i quali di particolare interesse il focus sul mercato asiatico di Debra Meiburg, master of wine da Hong Kong, di venerdì 12 giugno, verticali e confronti sui vini e press tour nelle zone di produzione riservati agli addetti ai lavori e alla stampa e due giornate dedicate alla degustazione delle oltre 400 etichette concorrenti da parte di due diverse giurie composte da esperti italiani e stranieri chiamati a esprimere una non facile valutazione dei vini raggruppati secondo il vitigno d’origine.

Radici wines
 

La giornata conclusiva di Radici del Sud sarà riservata al Salone del Vino Meridionale che si terrà negli ampi spazi della Masseria Corte di Torrelonga (BA) e aperto al pubblico in orario 10.00/20.00 dove si potranno visitare i banchi d’assaggio delle circa 130 Cantine espositrici e l’area dedicata al fior fiore della gastronomia locale dove poter apprezzare i più rappresentativi prodotti del nostro Sud al di là della zona self service in funzione durante l’orario di pranzo. Prima della chiusura del Salone, alle ore 19.30, nella conferenza in programma si annunceranno le etichette vincitrici dell'edizione 2015.

Al termine la serata proseguirà nell’incantevole parco della masseria col gran finale dedicato a tutti i vini meridionali presenti alla decima edizione di Radici del Sud che potranno essere degustati in accompagnamento ad alcuni piatti preparati da qualificati chef pugliesi e di altre regioni del mezzogiorno.

Le aziende produttrici ancora interessate potranno entro il prossimo 30 aprile inviare richiesta di partecipazione al concorso e al Salone del Vino attraverso il sito di Radici del Sud.

Il pubblico di intenditori e appassionati potrà seguire le sessioni dei blind-tasting del concorso e partecipare alla cena conclusiva inviandone richiesta a partire dal prossimo 20 maggio attraverso lo stesso sito di Radici del Sud.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
radicivinimeridionalisalonebariautoctoni
i blog di affari
La Meloni vola nei sondaggi ma si vota solo alle primarie del Pd
M5s, lo strappo è a un passo. E ora può nascere il partito di Conte
Illegittimo il redditometro fuori dalla realtà
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.