A- A+
PugliaItalia
Referendum, il dibattito "NO, non in questo modo"

Alla fine potrebbe essere un NO: pesato, riflessivo e per certi versi anche sofferto, ma la decisione tende al "NON IN QUESTO MODO".

Cost3
 

Avete presente il provvedimento di esproprio del Teatro Petruzzelli, che sbloccò lo stallo ventennale dell'immobilismo inconcludente, pose fine a tutte le diatribe della galassia di interessi contrapposti, riavviò i lavori di restauro e consentì la riapertura del Politeama? La Corte Costituzionale, successivamente, sentenziò che lo strumento utilizzato non era appropriato - non entrò nel merito dell'esproprio - e riaprì la contesa sulla proprietà del Teatro barese.

Una vicenda che ancora oggi, nonostante la maggioranza in Parlamento e il Governo siano più forti di quella che "sbagliò" lo strumento legislativo, resta ancora indefinita, sospesa, trascurata e direi colpevolmente irrisolta.

Cost2
 

Ecco, sono le modalità che mi insospettiscono - anche stavolta - prim'ancora che il merito degli interventi. Non mi preoccupo di chi è a favore o contro, ciascuno per ragioni che ritiene valide dal proprio punto di vista e che rispetto, anche se non condivido. Ma mi hanno insegnato a formarmi una personale opinione, al di là dei flussi e delle onde di pensiero. Anche perché se sali su un treno, su un aereo o su un autobus i compagni di viaggio non li scegli. Te li ritrovi vicino, magari diretti verso la medesima destinazione, ma per motivi spesso diversi.

Non mi piace "il pacchetto" - molto variegato e dettagliato - su cui si è chiamati a votare con un solo SI' o NO. Infatti ci sono cose che condivido, per cui vorrei votare SI', ma molte altre che non condivido che mi portano a votare NO. Decidere per "media ponderata" accresce il peso della responsabilità e mi accende timori e incertezze.

Cost1
 

Mi fa ricordare le delusioni provate da ragazzo, quando all'edicola si compravano i bustoni-sorpresa: una sola cosa buona e tante 'fregature'.

Ma soprattutto, riprendendo il fatidico art. 70, provo ad andare oltre l'immediato e ripetutamente discusso parallelo tra le 9 parole della versione Padri Costituenti, e le 439 (come i metri d'altitudine del mio paese: Troia - Fg) di quella prevista dalla revisione in corso, sottoposta a referendum.

Cost4
 

La forzatura in atto è quella di un articolo tipico di una legge ordinaria, che acquisisce la forza e la personalità di una norma costituzionale.

In pratica: l'operativo diventa indirizzo, l'applicazione si fa principio generale. Temi, argomenti e iter che in legge ordinaria possono normalmente essere modificati - se alla verifica dei fatti mostrassero limiti, derive ed effetti imprevisti - in tal caso, blindati dal carattere costituzionale assunto, diventeranno inossidabili e difficili da emendare, se non attraverso percorsi straordinari.

Cost5
 

E questo, a me che ho trascorso una fase importante della mia formazione a disquisire di Costituzione formale e Costituzione materiale, nonché di equilibrio dei poteri e diligenza di Montesquieu, alla corte giuridica senza blasone di Enrico Dalfino, sinceramente fa paura!

Non mi piace, infine, che su un referendum "confermativo" ci si possa dividere, come sta accadendo in questo caso. Chiedere al popolo di "legittimare" la confusione espressa da questa classe dirigente è il vero limite di questo appuntamento elettoral-referendario.

Fatemi passare la paura e sarò ben lieto di cambiare verso!

(gelormini@gmail.com)

-------------------------------

Pubblicato sul tema: Referendum, il dibattito "SI', liberarsi delle ombre"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
referendum dibattito modo no costituzione riforma
i blog di affari
Super Green Pass al via: un ricatto, una forma di apartheid
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.