A- A+
PugliaItalia
Referendum, incontro ACLI SI/NO: Zanda e Gasparri

ACLI di Bari e Bat promuovono venerdì 28 ottobre a Bari (Villa Romanazzi Carducci, ore 15.30) un dibattito con due illustri ospiti della Repubblica Italiana: Luigi Zanda (Pd) e Maurizio Gasparri (FI), per offrire il proprio contributo alla cittadinanza e al popolo aclista, in vista del prossimo turno referendario. All’incontro sarà presente anche il Presidente Nazionale delle Acli Roberto Rossini.

Referendum Costituzionale   Bari
 

“Informarsi e recarsi ai seggi il 4 dicembre per votare e per non ridurre l’appuntamento di dicembre a una resa di conti tra fazioni politiche contrarie”. E’ questo lo spirito con cui le ACLI (Associazione Cristiane Lavoratori Italiani) in tutt'Italia si avvicinano ad un momento storico per il nostro Paese, che è allo stesso tempo diviso e disorientato. 

In vista del referendum di dicembre, per promuovere una partecipazione consapevole alla vita politica del Paese, le Acli hanno scelto di intraprendere un percorso che ha coinvolto tutta la rete associativa e che ha consentito la maturazione di un pensiero diffusamente condiviso.

In quest’ottica la Sede Provinciale delle ACLI di BARI e BAT promuove un incontro tematico intitolato “Referendum Costituzionale, Le ragioni del Si e del No a confronto”: venerdì 28 ottobre (ore 15.30) presso Villa Romanazzi Carducci, a Bari, il movimento aclista si riunirà insieme ad alcuni illustri relatori che potranno offrire spunti di riflessione diversi. All’evento parteciperanno:

-il Presidente dei Senatori del PD, Luigi ZANDA

-il Vice-Presidente del Senato della Repubblica, Maurizio GASPARRI (Forza Italia)

-il Presidente nazionale delle Acli, Roberto ROSSINI

Zanda
 

“In ossequio all’articolo 3 del nostro Statuto - spiega Nicola DI PINTO, Presidente delle ACLI Bari e Bat – la nostra è un’associazione pedagogica che ha il ruolo di stimolare la crescita di una coscienza critica. Abbiamo promosso un incontro molto importante, in un momento in cui l’informazione sui contenuti del quesito referendario è piuttosto scarna, per offrire ai cittadini e ai nostri tantissimi associati sul territorio di Bari e Bat la possibilità di esprimere la propria scelta, in maniera più consapevole e critica, in virtù di una consapevolezza scevra da convincimenti di natura ideologica. Perché quando si parla della nostra Costituzione è bene conoscere a fondo la materia, senza subire influenze da parte di qualcuno che ci indica cosa fare”.

Gasparri
 

Il confronto sarà animato da due illustri esponenti della Repubblica Italiana come Luigi ZANDAMaurizio GASPARRI, entrambi senatori e direttamente coinvolti da quella che potrà essere la prossima riforma costituzionale.

“Abbiamo voluto proporre questo momento di riflessione e informazione a fine ottobre - conclude Nicola Di Pinto - proprio perché ci aspettiamo una risposta dei nostri circoli cittadini che a loro volta proseguiranno nell’organizzazione di eventi simili in cui la classe dirigente del nostro movimento possa interrogarsi su quelle che sono le tematiche referendarie fungendo da cassa di risonanza a quello che è il nostro compito”.

Ad aprire i lavori il Presidente delle ACLI di BARI e Bat Nicola DI PINTO; introdurrà il Responsabile Dipartimento Enti locali delle Acli Bari-Bat Cosimo Damiano BRUNO; modererà il dibattito il Consigliere Nazionale delle Acli  Vincenzo PURGATORIO.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
referendum acli bari luigi zanda maurizio gasparriacli bari referendum costituzionale si no
i blog di affari
Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.