A- A+
PugliaItalia
Referendum, Introna: '15milioni d'italiani chiedono il concerto Governo - Regioni'

"È stata una bella battaglia del popolo ambientalista, combattuta pacificamente, con le armi del dialogo (cercato e sempre ignorato dal Governo nazionale) e credendoci sinceramente, in difesa del diritto delle Regioni e dei Comuni ad essere parte attiva, nel rispetto della Costituzione, in tutti i processi decisionali relativi alle azioni e alle scelte che hanno ricaduta diretta sui territori amministrati", comcia così la nota diffusa da Onofrio Introna - ex presidente del Consiglio regionale pugliese ed esponente di spicco della battaglia refendaria No-Triv.

trivelle SI NO
 

"Così è nata in Puglia la nostra richiesta di coinvolgimento, a Palazzo Chigi ed ai Ministeri", aggiunge Introna "in tutte le fasi della complessa gestione delle autorizzazioni ministeriali alle compagnie petrolifere, per le ricerche e il successivo sfruttamento dell'Adriatico e dello Jonio".

"Non siamo stati mai ascoltati! Questa ostinata chiusura del Governo nazionale ha spinto dieci Regioni ad avanzare la richiesta di Referendum. Il quorum non è stato raggiunto, ci siamo fermati al 33% del dato nazionale. In Puglia abbiamo fatto molto meglio, superando il 42%. Un dato, quello pugliese, che diventa ancora più importante quando si considera che il 95% degli elettori ha votato Sì. Sono ben oltre un milione e passa di cittadini pugliesi che ora si trasformeranno in attente sentinelle di un esercito di pace che difende la bellezza".

REF schede2
 

"È un risultato straordinario - prosegue - del quale come cittadini dobbiamo sentirci orgogliosamente fieri. Per conseguirlo, in tanti  si sono battuti  con entusiasmo: abbiamo scritto insieme una bellissima pagina di impegno civile e democratico".

E poi precisa: "Gli oltre 15 milioni di italiani che si sono recati alle urne, l’86% dei quali si è espresso per il Sì, non possono essere traditi ora con una strumentalizzazione ai fini delle lotte interne ai partiti. Sono cittadini che hanno detto Sì alla democrazia, a un futuro di turismo, di mari puliti, energie rinnovabili, efficienza energetica, sviluppo sostenibile. Hanno detto Sì alla bellezza del nostro Paese".

"Il voto di 15 milioni di italiani - conclude Introna - ha un solo significato: chiede di coinvolgere le regioni e le amministrazioni locali nei processi decisionali che riguardano il futuro e chiede che la volontà dei territori venga considerata e rispettata".

(gelormini@affaritaliani.it)

------------------------

Pubblicato sul tema. Il quorum non c'è. Emiliano perde ai punti, ma in Basilicata...

                                    Referendum e mancato quorum: il Buongiorno di Emiliano

                                    Referendum, Zullo (CoR): "Emiliano, gladiatore per la propria gloria"

Tags:
referendmintronaconcertogovernoregioni
i blog di affari
Sindacalista ucciso, la solitudine dei lavoratori nello spirito del tempo
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
Di Ernesto Vergani
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.