A- A+
PugliaItalia
Salentini i primi 5 lidi italiani certificati ISO 13009

Melendugno (Le) – Non soltanto un vessillo ma un’importante certificazione che testimonia l’elevato standard di qualità dei servizi che vengono garantiti, puntando al loro costante mantenimento. Il tutto affinché turisti, visitatori e comunità locali possano avere sempre la certezza di trascorrere un soggiorno di alta qualità, fruibilità, accessibilità, sicurezza e rispetto dell’ambiente.

Lido Sorgente 2
 

Sono questi i requisiti occorrenti per ottenere la certificazione ISO 13009, uno standard recente e di valenza internazionale (non esiste ancora una versione in italiano recepita dall’UNI), che a differenza di altre norme (es. ISO 9001, ISO 14001) applicabili alle diverse realtà aziendali, è specifica per gli stabilimenti balneari.

L’iter di certificazione è stato avviato da ben cinque stabilimenti delle splendide Marine di Melendugno, già  “Bandiera Blu”, “Cinque Vele Legambiente”, “Bandiera Verde e Paese Green” nella classifica del Sole 24.

Si tratta di Lido La Sorgente di Torre dell’Orso, Lido Li Marangi,  Lido Coiba, Lido San Basilio e Mora Mora Beach di San Foca, tutti associati di Assotur e operatori turistici di Salento 5 Torri.

Mora Mora 1
 

Si tratta dei primi stabilimenti in Italia ad aver intrapreso questo importante e ambizioso percorso: “Ottenere la certificazione ISO per le imprese balneari – dichiara la Dr.ssa Colomba Casale consulente dello Studio IQ sas di Ostuni e auditor senior per valutazioni di terza parte nei sistemi aziendali certificati - significa non solo la possibilità di spendersi in termini di immagine per un importante vantaggio competitivo ma anche la possibilità di realizzare una riorganizzazione aziendale, perché di azienda a tutti gli effetti stiamo parlando, attraverso una chiara definizione dei ruoli, delle responsabilità e delle attività, dalla manutenzione alla pulizia delle spiagge, dalle attività di salvamento alla gestione del cliente”.

La certificazione ISO 13009 ha validità di 3 anni, si applica a tutte le organizzazioni pubbliche o private che erogano un servizio connesso alle spiagge ed è rilasciata da RINA SERVICES S.p.A. l’ente internazionale che fornisce i servizi di classificazione, certificazione, collaudo e ispezione (TIC Services) per garantire l'eccellenza alle organizzazioni dei settori navale, ambiente ed energia, infrastrutture, trasporti e logistica, qualità e sicurezza, agroalimentare.

Mora Mora 2
 

ASSOTUR - Gli operatori balneari della costa Melendugnese, si sono riuniti in associazione (ASSOTUR Melendugno) con lo scopo di facilitare e rendere più accogliente il soggiorno dei turisti nel Salento, nella speranza di dare nuovo slancio all'economia della costa.

L’associazione sebbene operi dal 1996 si è riorganizzata il 26 maggio 2015 ed ha partecipato come socio fondatore alla nascita di ARTIS Puglia Sviluppo (Società consortile pubblico privata per lo sviluppo dell’industria dell’ospitalità e del comparto turistico allargato per la valorizzazione dei territori e delle produzioni agroalimentari ed artigianali qualificate della puglia)

Sono Soci tutti i concessionari demaniali della costa ricadente nell’area del Comune di Melendugno.

Tags:
salentini lidi certificati isolidi salento certificazione iso
i blog di affari
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
Giustizia civile: ok celerità ma attenzione ai diritti fondamentali
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.