A- A+
PugliaItalia
Salento, GAL Terra d'Arneo Tra tradizione e devozione

In un accogliente luogo, un tempo di culto religioso, oggi di cultura, come la Chiesa della Clarisse di Copertino (Le), si è svolto l'interessante incontro di programmazione del Gal Terra d’Arneo "Strategia di Sviluppo Locale in Terra d'Arneo nella nuova programmazione 2014/2020", con la partecipazione dei rappresentanti istituzionali, di studiosi, cultori del turismo locale, della storia e del territorio.

gal Durante Arneo
 

 

Il Presidente del Gal, Cosimo Durante, ha insistito sulla valorizzazione del territorio e sulla necessità di impiegare ancora più risorse, rispetto al lavoro svolto in passato. Ha posto, inoltre, l’accento non tanto sull’impegno delle singole municipalità, quanto sulla sinergia dei diversi comuni del Salento, perché insieme si possa fare meglio e di più: "Unendo le forze è possibile realizzare i sogni".

 

Insieme a Cosimo Durante sono intervenuti il direttore del Gal Terra d’Arneo,  Giosuè Olla, e il sindaco di Copertino, Sandrina Schito, che ha supportato l’attività del GAL, sostenendo una maggiore attenzione nei dettagli, più cura in ciò che la terra salentina offre e soprattutto collaborazione con la Regione Puglia, affinché anche il Governo faciliti e agevoli i lavori di strutturazione, manutenzione. Alla presenza di Sebastiano Leo, assessore regionale alla Formazione e Lavoro, che ha ribadito: "Necessitano nuove infrastrutture mentali e culturali". 

 

Dal dibattito è emerso che il turismo, perché sia di qualità e soprattutto sia ben consolidato nel tempo, ha bisogno di infrastrutture, mezzi di comunicazione idonei, di gente preparata all’accoglienza turistica e che sappia rispondere ad ogni tipo di domanda.

 

 

Inoltre, le professionalità non devono soltanto saper parlare la lingua inglese, indispensabile come altre lingue, ma dovrebbero in primis conoscere in modo impareggiabile la lingua italiana, il proprio dialetto, e con esso le tradizioni, il passato, la propria identità.

 

Arneo3
 

Per acquisire tale consapevolezza identitaria occorrono tanto studio e altrettanta formazione: settori nei quali occorrerà investire massicciamente. Questa probabilmente la carta vincente per un turismo culturale, religioso, a tutto tondo nel Salento e nell’intera Puglia. Queste le nuove strategie esposte dal Gal Terra d’Arneo

Arneo CastelloMonaci
 

 

Anche perchè l’orgoglio di essere salentini e pugliesi deriva dalla presa di coscienza di ciò che si è, e si è capaci di essere e di fare. La cultura è il traino di un territorio, il trait d’union di un popolo con altre popolazioni e culture

 

Inoltre, tra i vari interventi, hanno preso parte all’incontro di programmazione il consigliere Francesco Tronola giornalista ed esperta di turismo culturale, Agnese Pellegrini, il giornalista Rai e presidente Associazione Giornalisti Agroalimentare Regione Puglia, Michele Peragine, oltre all’assessore alla cultura, con deleghe al turismo e ai beni culturali, Cosimo Lupo.

 

Un appuntamento fecondo, entusiasmante, data anche la presenza di un folto pubblico, a dimostrazione di un vivo interesse per il Salento e di una passione per la propria Terra. Nonostante il tutto si sia svolto in una calda e afosa mattina d’estate del dopo Ferragosto salentino.

Tags:
salento gal terra arneo cosimo duranteterra arneo turismo religione culturagal terra arneo programmazione
i blog di affari
Lions Club Lecce ringrazia azienda di Bergamo
Cartelle esattoriali: quali anni d’imposta può chiedere il Fisco?
Dalla pandemia alla Nato, il doppiopesimo egocentrico della Svezia
Di Massimo Puricelli*
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.