A- A+
PugliaItalia
Salento, la denuncia a Renzi e Napolitano

Non gli è piaciuto proprio l'invito all'astensione - più o meno palese e manifesto - arrivato dal Premier, Matteo Renzi e dal presidente emerito, Giorgio Napolitano, a proposito del referendum del 17 aprile e ha deciso di denunciarli.

SAL7
 

Succede in Salento: “Renzi e Napolitano, abusando della loro funzione, hanno esortato pubblicamente il popolo italiano all’astensione al referendum del 17 aprile” e Francesco Santantonio, un 60enne di Torre Suda - Marina di Racale (Le), denuncia ai carabinieri il presidente del Consiglio dei Ministri e l’ex presidente della Repubblica e attuale senatore a vita.

L’uomo si è presentato nella stazione dei Carabinieri del suo comune, chiedendo di voler sporgere formale denuncia nei confronti di Renzi e Napolitano “per violazione dell’articolo 98 del Testo Unico del 1957”. Naturale lo stupore dei militari, che comunque hanno raccolto  l'istanza e formalizzata la querela.

SAL3 antantonio
 

Secondo il denunciante, dunque, il Premier e l’ex presidente della Repubblica, abusando della loro funzione, avrebbero esorato i cittadini all’astensione. “Il referendum popolare è uno strumento dell’ormai decaduta democrazia e rappresenta un diritto-dovere dell’elettore", ha fatto mettere a verbale Santantonio, perché "nessuna ragione poteva indurre i querelati ad assumere questo atteggiamento”.

Con tipico piglio salentino, poi, ha voluto che la denuncia si chiudesse con la richiesta di "Una severa punizione dei colpevoli", poiché i massimi rappresentanti dello Stato dovrebbero essere più ligi ai dettati legislativi e costituzionali.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
salentodenunciarenzinapolitano
i blog di affari
Reddito di cittadinanza, chi lo percepisce non ottiene l'assegno divorzile
di Francesca Albi*
FONDI PER ICT, CRISI, RETI CONTRO FURTI BENI CULTURALI, CONTRO OMOFOBIA
Boschiero Cinzia
Smettere di fumare: 5 step da seguire
Anna Capuano
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.