A- A+
PugliaItalia
TAR reintegra Smaldone Decade Desirèe Digeronimo

La prima sezione del Tar di Puglia – presidente Corrado Allegretta, Maria Grazia D’Alterio (relatrice) e Francesco Cocomile – ha accolto il ricorso del primo dei non eletti della lista Movimento Politico Schittulli,  GIANLUCIO SMALDONE, difeso dall’avvocato Giovanni Vittorio Nardelli,  e con dispositivo (depositato oggi)  lo ha proclamato eletto al Consiglio comunale di Bari al posto di  Desirèe Digeronimo. I giudici si sono riservati il deposito delle motivazioni.

desiree digeronimo
 

“Eravamo fiduciosi della bontà delle nostre motivazioni che ci portavano a ritenere, in base al conteggio dei voti, che quel seggio spettasse alla coalizione di centrodestra e quindi al nostro Movimento Politico Schittulli e non alla coalizione del candidato sindaco Desirèe Digeronimo, perché non aveva superato la soglia del 3%. Ora, – afferma il coordinatore cittadino e consigliere regionale, Davide Bellomo – il dispositivo del Tar suggella la nostra tesi e non possiamo che ritenerci soddisfatti, anche perché la presenza di un consigliere comunale in più dà più forza e vigore alle nostre idee”.

Tags:
bari smaldonedigeronimotarricorso
i blog di affari
Separazione, padre assente da 20 anni: così i figli possono chiedere i danni
di Avv. Violante Di Falco *
Covid, per il siero benedetto denunciano i genitori. Così invocano la libertà
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il Vaticano s'è svegliato. Ddl Zan figlio del nuovo ordine rifiuta i dissensi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.