A- A+
PugliaItalia
Taranto, la voce del Pastore e il silenzio del Sindaco

di Vito Piepoli

Mons. Filippo Santoro parlando nell’omelia che ha aperto il nuovo anno pastorale,  nel corso del pellegrinaggio della diocesi di Taranto a San Giovanni Rotondo, ha riferito che il nostro territorio diocesano ci interpella su tanti fronti.

“Abbiamo sicuramente un dovere di servizio verso la verità - ha sottolineato - nel senso che dobbiamo lavorare sempre per le coscienze, lasciandoci provocare e cercando di dire sempre una parola di speranza”.

Mons. Filippo Santoro a San Giovanni Rotondo
 

Precisando  che in questi anni tanto si è detto sul diritto alla vita, alla salute e all’ambiente pulito, ma che purtroppo non possiamo non registrare ancora forti inquietudini dovute alla connessione fra inquinamento e mortalità.

A tal proposito, senza mezzi termini, è stato esplicito nel dire che l’attuazione dell’Aia (Autorizzazione Integrale Ambientale) rimane urgente e prioritaria a partire dalla copertura dei parchi minerali dello stabilimento siderurgico.

Pertanto, continuerà a cercare tutte le vie perché si possa giungere ad una inversione di tendenza nei dati recentemente pubblicati circa la salute dei tarantini, in modo che il dramma dei wind day appartenga presto al passato.

Farà nei prossimi giorni un appello accorato, per accelerare i tempi del risanamento, nella visita del Ministro dell’Ambiente alla città, nel rispetto delle istituzioni. 

Santoro vescovo TA2
 

Non dimenticando l’apporto che può dare la voce della Chiesa diocesana alla grandissima sfida del lavoro, che sembra sempre alzare la posta ad aumentare la fila di persone che chiedono aiuto a lui ed ai parroci.

Anche se una svolta verso tempi di stabilità e di serenità stenta  a venire, vedere tante attenzioni nei riguardi di Taranto, di un cambio di consapevolezza e di mentalità da parte dei tarantini, lo fanno essere più fiducioso, da uomo di fede qual è.

Ma, aldilà delle possibili considerazioni sociologiche, la Chiesa diocesana vuole mettere in campo concretamente quello che può a servizio dei più poveri. Sta per finire il Giubileo e si avviano quindi alla conclusione i lavori di Palazzo Santacroce.

Pertanto, presto spera di inaugurare questa struttura per l’accoglienza notturna dei senza fissa dimora, con vari confort di prima accoglienza e una nuova mensa per la città, annunciando che ci saranno dei piccoli corsi di formazione per volontari.

“La Provvidenza ci dona la possibilità di dare concretamente aiuto a chi ha bisogno. Garantisco a tutti il risultato: vi sarà più gioia nel dare che nel ricevere!” ha voluto sottolineare Mons. Santoro.

Santoro vescovo TA
 

Anche il monastero Gesù Divin Sacerdote donato dalle monache carmelitane, va trovando la sua collocazione nell’accoglienza dei migranti anche se è di impegnativa gestione perché richiede competenza e piena sintonia con le istituzioni, alla quale non si vuole mai venire meno.

A tal proposito ha annunciato con gioia la concretizzazione di un protocollo d’intesa fra il Tribunale dei Minori di Taranto, il Comune di Taranto e l’Arcidiocesi circa la possibilità di aver in affido temporaneo i migranti minori non accompagnati, nelle famiglie che lo desiderano e che ne avranno i requisiti indicati dal Tribunale. Presto sarà attivato per questo, l’ufficio di pastorale familiare della diocesi per avere ulteriori informazioni. 

Taranto2
 

Ed infine, ha ricordato a riguardo, che già in una struttura diocesana, a Martina Franca vengono accolti diversi minori non accompagnati.

Questa è una bella esperienza di carità che si sta portando avanti con discrezione, ma con tutta la professionalità e  la generosità richiesta.

La proposta del Tribunale dei Minori è un’ulteriore opportunità di bene che  viene offerta e che va nella direzione di accoglienza proposta dal Santo Padre, ovvero l’accoglienza nelle famiglie.

È una formula già collaudata quella dell’affidamento temporaneo di bambini e ragazzi extracomunitari in famiglie, che è motivo di gioia e attuazione della più giusta e serena integrazione.

Tags:
taranto vescovo filippo santoro ambientetaranto pastore sindaco ilva salute vescovo santoro
i blog di affari
Mantova, a spasso con i Gonzaga tra Rinascimento e buon cibo
di Leone Ronchetti
Qua la zampa (nera)! Alla scoperta del miglior prosciutto del mondo
di Riccardo Succi
Covid, in autunno torneranno le restrizioni. E sarà caccia dei non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.