A- A+
PugliaItalia
Turismo e Managerialità La forza del Genius loci

Non so se c’avete fatto caso, ma da qualche tempo si è intensificato il pellegrinaggio verso la Puglia di attenzioni “terze”, tutte volte a suggerirci cosa dovremmo fare “noi”, raccontandoci quello che fanno “loro” e insistendo a indicarci sentieri o autostrade, su cui seguirli, verso le praterie senza confini della globalizzazione, le piattaforme virtuali della rete e le interconnessioni baluginanti del marketing digitale.

BitontoGalleriaNazionaleDellaPuglia
 

Pochi o nessuno che tenti di proporsi come compagno di viaggio, provando a spostare la prospettiva generale dalla cattedra al contesto specifico prettamente locale.

Bene, credo siano maturi i tempi per affermare “umilmente” che tecnicamente - è vero - la Puglia ha molto da recuperare e moltissimo da acquisire in formazione manageriale, ma nel contempo “orgogliosamente” ha altrettanta voglia di proporsi - una volta per tutte - come “modello” nell’offerta plurale e meridiana di un tipo di turismo “non omologato” - da declinare nelle diverse forme applicative, in ciascuno dei settori di riferimento - che resti fortemente legato alle peculiarità dei suoi territori, alle tipicità delle sue tradizioni, alla forza attrattiva dei suoi tesori.

Nonché alla caleidoscopica ricchezza dei caratteri delle persone che ne animano i borghi, le colline, le coste e l’entroterra. Facendone una regione “unica”, capace di proporsi per quello che è, e non come California del Sud, Florida del Mediterraneo o, peggio mi viene, come Ibiza dell’Adriatico. Che Iddio ce ne scampi e liberi!

Genius4
 

Giambattista Vico lo ribadiva spesso e immancabilmente “la storia si ripete”. Il brand Puglia - grazie al lavoro titanico fatto nello scorso decennio e per il quale non ringrazieremo mai abbastanza chi è riuscito a realizzarlo - è diventato esso stesso un attrattore e un potente catalizzatore di processi promozionali, capaci di moltiplicare desiderata e trend di attenzioni verso una regione e una destinazione ancora poco “identificate”, ma molto “cliccate”. La Puglia è diventata un’opportunità! Vi sembra poco?

PUGLIA365 SAVE THE DATE 22 MARZO
 

Come tale è percepita dagli operatori esterni, compresi soprattutto gli stessi concorrenti, che la fissano come l’Eldorado a cui agganciare sorti, che spesso lamentano flessioni, attenuazioni di attrattività, crisi da deja-vu e via cantando. La voglia di “fare sistema” improvvisamente si sveglia in chi, fino ad oggi, ci aveva letteralmente ignorato, snobbato o tenuti alla larga dai circuiti che contano.

Dicevamo che la storia si ripete. Infatti, già oltre un millennio addietro - dai tempi della Vidua Vidue - i veneziani scesero a Sud a salvare Bari (assediata dagli Ottomani), per “salvare se stessi” (Bari conquistata voleva dire Adriatico sbarrato e Repubblica di Venezia isolata). Da quel dì del 1002 il ritornello puntualmente si ripete: a cadenza variegata, divise o costumi cangianti, ma tonalità e timbro sempre marcatamente “pelosi”.

Nonostante le slide “macrocefale” sulla percezione dell'Italia all’estero, segnate dall’esondazione turistica delle solite e incrollabili mete canoniche: Venezia, Firenze e Roma, la star Madonna e le corti d’Inghilterra scelgono la “minuscola” Puglia, per le loro vacanze o le nozze dei nobili rampolli. E questo più che fare invidia, preoccupa!

Puglia Castel del Monte
 

La Puglia come la Turchia è stata incommensurabilmente gratificata da Madre Natura. Entrambe sono collocate nella strategica posizione geografica “di frontiera”: di ponte, di porta, di trait-d’union, di cerniera, di braccio proteso, di trampolino verso l’Oriente e di primo approdo dall’Oriente verso l’Europa. Le vie Traiana, Appia ed Egnatia ne avevano spianato la traccia maestra, la Francigena del Sud - che seguì - ne aprì le rotte verso Gerusalemme e l’andirivieni, che per secoli ne affollò gli attraversamenti, l’ha resa “plurale, contaminata, refrattaria e irripetibile nella ricchezza delle sue testimonianze senza tempo”.

Il “think  tank”, che l’iniziativa di ManagerItalia a Bari intende mettere insieme, dovrebbe lavorare alla luce di questo faro: non rincorrere chimere omologanti o bagliori di successi montati sulla sabbia, ma salvaguardare l’identità plurale della Puglia, puntando sulla sua “unicità”. La replica di iperboli e parabole di successi fondati sulle magie del marketing e degli effetti speciali, prima o poi, saranno superati e cancellati da magie più performanti in qualche altra parte del mondo, più o meno a noi prossimo. Quello di una Puglia ancorata al suo essere “unica” e all’irripetibilità dei suoi tesori, siano essi materiali o immateriali, sarà senza dubbio “lungo” nel tempo e “ampio” nel coinvolgimento delle sue comunità.

salento vigneti
 

Il laboratorio di “Puglia 365”, nel quadro del Piano Strategico 2025 della Regione Puglia, si presenta come “la fucina” giusta per la valorizzazione di identità e trame territoriali, per proficui giochi di sponda a corto e lungo raggio, per lo sviluppo di attrattori e di sistemi ricettivi, così come per la messa in valore di sensazioni ed esperienze, tenendosi stretti all’Amor loci, promuovendo nascita e crescita di nuove managerialità e tenendo sempre accesa la fiamma vitale del “Genius loci”.

Trani Night
 

In questo contesto di “Turismo in cerca d’Autori” anche l’Accademia dell’Acquasale è probabile che possa dare il proprio contributo intellettuale ed operativo. L’Accademia dell’Acquasale è un sodalizio di Autori: scrittori, pittori, fotografi, musicisti, danzatori, attori, interpreti ed animatori di cultura, nonché creativi trasversali. Un convivio o cenacolo di Autori che, come nei famosi Orti Fiorentini, vuole coltivare il confronto del pensiero artistico in generale e dell'esercizio creativo in particolare, all'insegna dei due elementi simbolici dell'acqua = vita e del sale = sapienza.

Puglia Locorotondo arcb
 

Un coro per il "Racconto di un territorio" - nelle diverse espressioni artistico-culturali - che ha l’ambizione di diventare anche l'originale valore aggiunto a una serie di itinerari turistici tipicamente mediterranei. Un impegno a più voci, per rilanciare la quotidianità meridiana, valorizzandola nel confronto, nello scambio e nel dialogo intellettuale.

Genius5
 

Appassionati del costume, degli usi e delle tradizioni di un territorio affascinante, con lo sguardo proiettato nella modernità di un futuro antico. Artisti che sappiano e vogliano intingere con passione alla tavolozza dei colori, dei profumi, dei sapori e dei riverberi di una terra particolarmente ricca di luce. Per promuoverla, evocarla e celebrarla in tutte le sue più suggestive declinazioni.

Ma soprattutto l’Accademia vuol dar vita - per ciascuno degli Autori - a un'attività da "cicerone" degli itinerari o scorci di Puglia, che hanno raccontato, dipinto, raffigurato, ripreso, messo in scena o rappresentato in cucina, a tavola, in bottiglia o quant'altro si possa immaginare. In pratica, un autentico e irripetibile valore aggiunto a prodotti turistici originali e di qualità. Volti a promuovere nel suo complesso l’intera destinazione Puglia.

Che ne dite?

(gelormini@gmail.com)
-----------------------------------------

Pubblicato sul tema: Bari, 'Managerialità e Turismo'. D'Oghia: 'Concorrenza: stimolo e opportunità'

Iscriviti alla newsletter
Tags:
turismo managerialità antonio gelormini genius loci pugliaturismo manageritalia forza puglia accademia ac
i blog di affari
"Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Alla pubblicità serve un nuovo format, il Carosello 2.0
di Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
i più visti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.