A- A+
PugliaItalia
Turismo termale e del benessere La chiave nelle anticipazioni Svimez
Advertisement

I francesi, la cui tradizione nel mondo del bien-etre è decisamente “avanti”, l’hanno intuito già da qualche tempo e la probabile scalata alle Saline più grandi d’Europa, quelle di Margherita di Savoia, è solo il primo di una serie di passi strategici, per consolidare e allargare un impero plurale, che da Messeguè ai centri di remise-en-forme, conta un dominio incontrastato nel settore.

Saline MargheritadiS
 

Tra le criticità indicate nelle anticipazioni del Rapporto Svimez 2015, quella del tasso più basso di natalità del Mezzogiorno, e della Puglia in particolare, apre il sipario su uno scenario sociale con età media in crescita, del quale da anni si continua a parlare e discettare, ma col quale l’intero sistema sembra avere più di una resistenza ad adeguarsi, per “fare di necessità virtù”.

Il quadro di una società più “anziana”, non per questo meno vitale o meno vivace, rimarrà tale per i prossimi 30-40 anni, dato che qualsiasi eventuale inversione di tendenza dell’indice di natalità, produrrebbe effetti solo dopo tale periodo (a meno che non si provveda a programmi d’accoglienza e inserimento di risorse umane “immigranti”, che in tal caso costituirebbero delle vere e proprie iniezioni di “staminali”), per cui quello del cosiddetto Turismo termale e del benessere è destinato a diventare il vero “asset” di lungo periodo: ricco di opportunità e funzionale a soluzioni innovative sinergiche tra i diversi tipi di turismi.

Marina Lalli Bertolino, AD delle Terme di Margherita di Savoia e dirigente di Confindustria Bari-BAT, dal suo doppio osservatorio del Grand Hotel Terme e di Palazzo S.Giorgio (Trani), conferma tenuta e potenzialità di questo segmento turistico-economico-sociale, che per composizione, numeri, età media e disponibilità economiche, oggi si rivela il più corposo tra i più interessanti del settore, per determinare l’inversione di tendenza auspicata.

“Rigenerare il turismo, attraverso cure termali” è la sintesi di un progetto di ampio respiro che ha portato Margherita di Savoia a presentarsi all’Expo di Milano 2015 come “Città della buona acqua”. E che individua nel sistema termale - di volta in volta complementare a programmazioni turistiche classiche o innovative che siano - la chiave per dare linfa al potere attrattivo dell’intera destinazione Puglia, ora sulla cresta dell’onda: per allungare i periodi di permanenza media dei turisti, e per elasticizzare le stagionalità, innescando processi virtuosi funzionali al progetto stesso e ad un’economia indotta diffusa.

Da Margherita di Savoia nell’Alta Puglia a Torre Canne nel brindisino, fino a Santa Cesarea Terme nel Salento, il ventaglio delle acque e del termalismo pugliese risulta largo e ben distribuito lungo il territorio regionale. Acque madri salso-bromo-iodiche provenienti dalle vasche delle Saline, acque minerali e persino acque sulfuree danno corpo e varietà di offerta a un segmento turistico tra i più “fidelizzanti”.

Santa Cesarea terme
 

L’opportunità, come abbiamo visto, è entrata nelle mire degli operatori internazionali. Lavorare sul concetto di benessere, nel Paese della “bellezza”, è come scoprire l’acqua calda. Ma il comparto risulta, paradossalmente, sfilacciato e alquanto amorfo. Auspicabile uno scatto di reni e di sensibilità imprenditoriale nazionale, così come l’insieme dei possibili “pacchetti della salute” potrebbero trovare la sponda-sostegno del Sistema Sanitario in un’ottica di nuova, lungimirante e virtuosa attività di prevenzione.

Una frontiera ancora  tutta da percorrere!

(gelormini@affaritaliani.it)

 

 

Tags:
turismotermeacquasvimezpugliabenessere
Loading...
Loading...
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Sondaggi disastro per il Pd: sorpasso della Meloni. Fdi ora punta la Lega
Battiato, Salvini oggi dice “grande Maestro”. Ma lo definì “piccolo uomo"
Le 3 date per l'addio al coprifuoco: ecco il piano di Draghi
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.