A- A+
Roma
Addio ad Andrea Augello: la politica e la destra perdono un vero fuoriclasse
Andrea Augello

La politica perde un vero esperto. Il centrodestra un punto di riferimento. Occhi di ghiaccio Andrea Augello – così lo chiamavano gli amici e gli avversari politici – storico esponente della destra romana, 62 anni, ha perso la battaglia della sua vita contro una malattia feroce.

Ha lottato con tutte le forze con la testa e il cuore per un anno intero, persino durante la campagna elettorale con la quale è stato confermato senatore per la quarta volta, giusto riconoscimento ad un uomo che ha fatto la differenza: colto, deciso, competente. L'elenco degli aggettivi potrebbe continuare a lungo, aggiungendo dotato di un'ironia sottile e di una simpatia nascosta dagli occhi apparentemente gelidi.

Dal Fronte della Gioventù a 4 volte senatore

Augello, partendo dal Fronte della Gioventù, con il nuovo millennio era stato responsabile del Bilancio del Lazio con la Giunta Storace e dal 2006 in poi sempre presente tra i banchi del Parlamento e del Governo come sottosegretario alla Pubblica Amministrazione con Silvio Berlusconi premier per l'ultima volta. “Tu al posto del cuore hai una pietra”, dicevano i colleghi di Giunta alla Regione Lazio, perché quando c'era da prendere una decisione per la collettività non si faceva scrupoli anche a costo di tagliare teste.

Il suo libero dedicato al fratello Tony, travolto da destino a 43 anni

La vita gli ha regalato una famiglia meravigliosa ma anche il tipo scherzo del destino: scrivere un libero sul fratello Toni Augello, anche lui nelle fila del Movimento Sociale che poi diventò An, consigliere comunale a Roma, stroncato a 43 anni da un male incurabile nell'aprile del 2000 dopo che aveva addirittura presenziato al Consiglio Comunale con la bombola d'ossigeno accanto al suo seggio.

Per Pasqua era tornato a casa

Oltre l'amore per la vita li accumunava una rara intelligenza e una fissazione maniacale per l'onesta della politica e l'onestà materiale. L'ultimo post sulla pagina facebook di Andrea, era andato infatti a Tony, per una messa in ricordo. IL penultimo per !quasi festeggiare” il ritorno a casa: “Tornare a casa dall’ospedale dopo un mese mi ha fatto piacere. Certo ho la casa piena di infermieri e medicine ma sono vicino alla mia famiglia. Chiedo scusa se non rispondo ai vostri messaggi, ma siete così tanti che vi prego di accettare questo post come un messaggio cumulativo di sinceri auguri. Questa Pasqua ha per me un significato speciale, mentre continuo questa difficilissima battaglia. Grazie per essermi tutti così vicini”.

Le condoglianze di affaritaliani.it

A dare la notizia della morte di Andrea, la moglie Roberta Angelilli, vicepresidente della Giunta regionale del Lazio. A Roberta Angelilli, ai familiari e agli amici di Andrea, a lungo collaboratore di rara qualità di affaritaliani.it le più sincere condoglianze della redazione.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
andrea augellofdimorte andrea augelloroberta angelillitony augello






Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza

Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.