A- A+
Roma
Amianto: la strage dei militari. Più morti che in guerra

Duecentoundici morti dal 1996 ad oggi, secondo le Autorità Militari: la vera guerra dei militari è quella combattuta contro le malattie da amianto. In Italia muoiono più soldati per essere stati esposti al materiale killer sugli elicotteri, sui carri armati, sulle navi, nei sommergibili e sugli aerei, che combattendo le guerre o partecipando alle missioni nei territori a rischio. In vent'anni, infatti i soldati morti per azioni militari sono 113.
Ma, secondo l'Osservatorio Nazionale Amianto, i dati rilevati dall'Osservatorio epidemiologico della Difesa fanno emergere solo la punta dell'iceberg. In realtà, il bilancio sarebbe molto più pesante e secondo una stima prudenziale, fondata anche sul numero di casi di mesotelioma, censiti dal RENAM (621), l’impatto dell’amianto e degli altri cancerogeni, tra i soli dipendenti del Ministero della Difesa, e dei corpi di Polizia, è superiore ai 2500 decessi negli ultimi 20 anni.
Esercito, Aeronautica Militare, Guardia di Finanza, Carabinieri e Marina Militare: l'Osservatorio Nazionale Amianto fin dal 2008 ha segnalato come l’amianto, unitamente agli altri cancerogeni e agenti patogeni, ha avuto, sta avendo e continuerà ad avere un impatto sul personale del Comparto Difesa e delle Forze di Polizia.
I dati epidemiologici delle patologie asbesto correlate nelle Forze Armate verranno illustrati nel corso del convegno “Amianto e altri cancerogeni: la strage dei militari. Più morti che in guerra”, prevista alle ore 15 di venerdì 15 aprile, presso l'Auditorium della Regione Lazio a Firenze, in via Cavour 4.
Oltre al presidente dell'Ona, l'avvocato Ezio Bonanni, interverrà l'onorevole Alfonso Bonafede, Vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera.

Tags:
amiantoeternitmilitariforze armatesalutemalattieambienteonaezio bonannimesotelioma
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Il Comune di Roma fa miracoli: non basta 1 anno per revocare una concessione

Il Comune di Roma fa miracoli: non basta 1 anno per revocare una concessione

i più visti
i blog di affari
Investimenti strutturali zero, solo spesa e niente ripresa
Oliviero Widmer Valbonesi
"Affitto, non ho pagato alcuni canoni. Come posso evitare lo sfratto?"
Di Andrea Prati *
Sovranismo socialista e democratico? Si richiama alla Costituzione
Di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.