A- A+
Roma
Antincendio nelle scuole: il Lazio è ultimo in tutta Italia
Vigili del fuoco

L'82% degli istituti nel Lazio è sprovvisto della certificazione di prevenzione incendi e i dati nazionali fanno paura: il rapporto che lancia l'allarme sulla sicurezza nelle scuole.

Una struttura scolastica su due non possiede il certificato di agibilità statica, di cui sono munite solo il 42% delle scuole in Italia e dal rapporto di Cittadinanzattiva le percentuali spaventano anche sulle norme anti-incendio e sul collaudo statico. Nel Lazio un incendio è prevenibile solo in 2 scuole su 10.

Una scuola su due non è sicura

Dal 20esimo rapporto “Osservatorio civico sulla sicurezza a scuola” presentato a Roma da Cittadinanzattiva, emerge che oltre la metà degli istituti, circa il 58%, non è in possesso del certificato di agibilità statica e il 55% delle strutture non è coperto da quello di prevenzione contro gli incendi, con il pericoloso “record” registrato dalla regione Lazio dove il l'82% delle scuole non è provvista della certificazione di prevenzione incendi. Anche per il collaudo scolastico, si registra assente in oltre il 40% degli istituti.

I dati nazionali: il disastro nel Lazio

Le Regioni che presentano le percentuali più “alte” sulla prevenzione degli incendi sono la Valle d’Aosta con il 51,74%, l’Emilia Romagna con il 49,50%, l’Umbria con il 47,80%e il Molise con 47, 05%. Nel Lazio solo 2 scuole su 8 non sono a norma e solo il 12,21% è coperto dalla certificazione di prevenzione incendi, un numero leggermente superato dal 18,17% della Calabria e dal 22,81% della Sardegna, dove i dati raccontano comunque una situazione emergenziale.

Sicurezza nelle scuole: è allarme in l'Abruzzo

Il 77% delle scuole è provvisto del documento di valutazione rischi, il prospetto che elenca i rischi e le misure da attuare per la sicurezza e la salute negli ambienti, con la regione più coperta individuata nelle Marche dove il 90,2% delle scuole possiede il Dvr. Si attestano oltre l'80% le scuole provviste del documento in Veneto, Umbria, Toscana, Sicilia e Lombardia. Preoccupano invece le strutture scolastiche in Abruzzo, dove a 2 scuole su 3 non è redatto il documento di valutazione rischi, rispetto al 33% che ne è coperto. Anche sul fronte del Piano di emergenza e di evacuazione sono gli edifici abruzzesi a cadere ultimi in classifica, fermandosi al 33% di copertura. Il Piano di emergenza è stato redatto al 79% delle scuole in Italia, con le migliori percentuali registrate dal 91,08% delle Marche, con l'88% in Veneto, l'86% in Toscana, seguite dall'Umbria con l'85%, la Lombardia all'83% e l'80% in Basilicata.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    incendinormeregione lazioscuola






    Tre tunisini minorenni in fuga dal carcere romano di Casal del Marmo: scatta la caccia all'uomo

    Tre tunisini minorenni in fuga dal carcere romano di Casal del Marmo: scatta la caccia all'uomo

    
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.