A- A+
Roma
Avevano imbottito una jeep di 2 mln e mezzo di dollari, tutti falsi. Arrestati

Nascondevano oltre due milioni e mezzo di dollari, in banconote da 50 e 100, tutte false, a bordo di una jeep nera: due italiani con precedenti penali di 35 e 38 anni, residenti in Lombardia, sono stati arrestati dai finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria e del Gruppo Pronto Impiego del Comando Provinciale.
I militari hanno fermato l'auto nei pressi di Cinecittà: alle domande di rito sul motivo della presenza nella capitale e su eventuale merce trasportata, hanno dato risposte vaghe e poco credibili affermando di dover portare materiale negli studi Cinecitta' necessario per alcune trasmissioni televisive e mostrando documenti di trasporto sospetti. Il denaro falso è stato sequestrato.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
soldi falsifalsaridollaricontrabbandoguardia di finanzacinecittà



Roma, bilancio in Ffp2. Gualtieri esulta. La 5 Stelle Meleo: “Fiumi di parole”

Roma, bilancio in Ffp2. Gualtieri esulta. La 5 Stelle Meleo: “Fiumi di parole”

i più visti
i blog di affari
Interessi e Fisco: strana differenza tra quando chiede e quando paga
I mercati auspicano una donna come capo dello Stato: Belloni o Cartabia
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
Boschiero Cinzia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.