A- A+
Roma
Botte e furti alla rampolla dei Casamonica: in manette un uomo di 35 anni
Le case dei Casamonica

Botte, furti e continue richieste di denaro alla rampolla del clan Casamonica: per questo è finito in manette per maltrattamenti e tentata estorsione un uomo di 35 anni. 

La vicenda risale allo scorso febbraio ma è stata resa nota solo ora. I fatti sono stati consumati alla Romanina, quartier generale del clan romano.

Botte e vessazioni

In carcere è così finito Simone Flocca, un 35enne che da tempo frequentava la Casamonica sua coetanea. A differenza di decine di altre storie, qua i Casamonica sono le vittime dell'estorsione da parte dell'uomo. Vittima delle vessazioni dell’uomo era proprio la donna, costretta a subire violenze e continue richieste di denaro.

L'arresto

L’arresto di Flocca, come detto, risale allo scorso febbraio: l'uomo si faceva dare ogni giorno una "paghetta" di 20 euro quando usciva. La donna, però, si accorge che dalla borsa è scomparsa anche la PostePay. Per questo chiede all’uomo di tornare a casa di corsa per riconsegnargliela. Urla, grida, parolacce, schiaffi. Invece di restituire il bancomat Flocca inizia a picchiare la compagna davanti alla figlia. Una scena che ha fatto scattare l'attenzione del vicinato: qualcunoi chiama la polizia che in pochi minuti interviene. Gli agenti del vicino commissariato Romanina hanno bloccato Flocca con la carta di credito in tasca e, una volta appurati i fatti, lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione.

 

Clan Casamonica, letti in oro zecchino e sauna: cosa c'era nella villa bunker







Da Telespazio Fucino Star Bottle, messaggi di street art per extraterrestri

Da Telespazio Fucino Star Bottle, messaggi di street art per extraterrestri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.