A- A+
Roma
Brumotti sfida Spada e Fasciani: l'inviato di Striscia minacciato di morte

Vittorio Brumotti sfida i clan Spada e Fasciani: pesanti minacce, anche di morte, a Ostia e sui social per l'inviato in bici di Striscia la Notizia dopo uno dei suoi reportage dalle piazze di spaccio della droga.

A darne notizia un comunicato del tg satirico di Canale 5. "Qui comandano i clan Spada e Fasciani, interi palazzi sono stati trasformati in piazze di spaccio", commenta Brumotti che, intervenuto in sella alla sua bici per “riappropriarsi” del territorio, è stato minacciato e insultato.

Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine, che hanno perquisito e portato in caserma per accertamenti presunti pusher, ha evitato che la situazione prendesse una piega ancor più pericolosa. “Questa volta - dice la nota di Striscia - per l’inviato in bicicletta nessuna aggressione, ma dopo la sua incursione sono arrivate pesanti minacce di morte sui profili social e persino sul suo telefono privato”.

Commenti
    Tags:
    vittorio brumottispaccio romadroga romabrumottibrumotti aggreditopusher romastrisciastriscia la notiziaclan spadaostiaclan fascianispadafasciani



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
    Di Ernesto Vergani
    Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"
    Covid, lo smart working è il paradiso soltanto per i gruppi dominanti
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.