A- A+
Roma
Colosseo, abusivo multato 190 volte. Il Sulpl: “Impiegate gli agenti meglio”

Al Colosseo è stato multato un venditore abusivo. Si tratta di un cittadino del Bangladesh. Non ci sarebbe nulla di particolare se questa fosse la prima volta che l'uomo riceve una sanzione per questo motivo. E invece, dagli accertamenti, è emerso che al 2008 a oggi il bengalese ha ricevuto la bellezza di 190 multe. Sulla questione è intervenuto il Sulpl, il sindacato della Polizia Locale. “Il Corpo vive una carenza organica senza precedenti - spiega Marco Milani, segretario aggiunto di Roma - e distogliere le già esigue risorse in crociate rese inutili dall'inadeguatezza dei sistemi legislativi, aggrava ancor piú la mancanza di risposte ai problemi dei cittadini”.

“Nel caso di specie, evidentemente il tempo necessario a scrivere i verbali, le spese sostenute per le notifiche e la stessa carta impiegata, sono state evidentemente destinate al macero". Secondo il Sulpl, infatti, il Comune dovrebbe smetterla di impiegare gli agenti della Polizia locale per quelle che sono solo operazioni vetrine, in queste crociate contro gli abusivi che non portano nulla di buono.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
190abusiviagenticolosseomultapolizia localesanzionesulplvenditori abusivi






Via dell'Umiltà, 36: una volta Forza Italia, ora un hotel e si mangia pesce

Via dell'Umiltà, 36: una volta Forza Italia, ora un hotel e si mangia pesce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.