A- A+
Roma
Coronavirus, pasticcio dell'Asl: classi in quarantena, ma niente comunicazione

Coronavirus, il pasticcio dell'Asl Roma 5: cinque classi di una scuola primaria devono andare in quarantena causa Covid-19, ma la comunicazione arriva con 13 giorni di ritardo dalla data stabilita per il periodo di inizio isolamento. Succede a Marcellina, Comune a nord est di Roma.

A denunciare il clamoroso errore di una Asl sempre più nel pallone dopo il caso dei furbetti del cartellino beccati nelle scorse settimane, è la consigliera regionale M5S Francesca De Vito: “E’ seriamente preoccupante che una ASL invii ad un istituto scolastico la comunicazione di quarantena per alcune classi, diversi giorni dopo la data stabilita per il periodo di inizio isolamento. E’ quanto accaduto nel Comune di Marcellina, in provincia di Roma, dove, il 2 novembre, la ASL RM 5 ha inviato una comunicazione alla Scuola Primaria di via Regina Elena affinché fossero disposte in quarantena 5 classi a partire dal 21, 23 e 26 ottobre precedenti. Ho presentato un’interrogazione al Presidente Zingaretti e all’Assessore D’Amato, per conoscere le motivazioni per le quali si sia generato questo inaccettabile episodio, ancor più grave perché coinvolge i nostri bambini”.

“Non bastano le buone intenzioni – ha continuato De Vito - la mancanza di un solido modello di organizzazione per il tracciamento e il caos che si sta generando nei servizi territoriali finisce per dar luogo a casi come questo, in un momento in cui la tempestività è fattore essenziale per arginare la crescita della curva epidemiologica”.

“Dobbiamo purtroppo convivere a lungo con questo virus e le strutture territoriali, quale componente fondamentale nel controllo della pandemia, sono quelle che per prime dovrebbero garantire la correttezza del contac tracing, la sorveglianza sanitaria nei casi di positività e i relativi contatti, nonché l’informazione ininterrotta con i cittadini. Ciò che è accaduto nella scuola di Marcellina rappresenterebbe un episodio farsesco se non ci trovassimo di fronte ad una emergenza che sta mietendo migliaia di vittime. Mi auguro che vengano date, prima di tutto alle famiglie coinvolte, le motivazioni di quanto accaduto, con la speranza che simili fatti incresciosi siano evitati in futuro”, conclude la consigliera del Movimento 5 Stelle.

Commenti
    Tags:
    scuolacoronavirusmarcellinaquarantenaregione laziofrancesca de vitom5scoronavirus scuolaaslasl roma 5



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Ascolti tv, ciclone Cavallaro al Tg4; bene Uno Mattina Estate e Siria Magri...
    Di Klaus Davi
    Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Obbligo Green pass decisione liberale
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.