A- A+
Roma
Cospito, la Cassazione conferma 23 anni per l'attentato all'ex caserma

Anarchici, attentato ex caserma: la Cassazione conferma condanna di 23 anni per Cospito

La Cassazione ha confermato le condanne a 23 anni per Alfredo Cospito e a 17 anni e 9 mesi per Anna Beniamino. Diventa così definitiva la sentenza emessa lo scorso 26 giugno dai giudici della Corte d’Assise d’Appello di Torino nei confronti dei due anarchici imputati per l’attentato alla ex caserma allievi carabinieri di Fossano del 2006. I supremi giudici della sesta sezione penale in particolare, accogliendo quanto chiesto oggi dal sostituto procuratore generale Perla Lori, hanno rigettato il ricorso della procura generale di Torino, che per Cospito, detenuto a Sassari in regime di 41bis, sollecitava la condanna all’ergastolo con isolamento diurno per 12 mesi e per Beniamino a 27 anni e un mese, e dichiarato inammissibili i ricorsi delle difese.

Per Alfredo Cospito e Anna Beniamino, difesi rispettivamente dagli avvocati Flavio Rossi Albertini e Caterina Calia, la Corte d’Assise d’Appello di Torino nel rideterminare le pene, aveva riconosciuto ad entrambi le circostanze attenuanti previste dall’articolo 311 del codice penale e ritenuto le attenuanti generiche, già applicate, prevalenti sulla recidiva. Il 18 aprile dello scorso anno la Corte Costituzionale, interpellata nel dicembre 2022 dai giudici torinesi sull’eccezione di legittimità riguardante la ‘lieve entità’ si era espressa a favore del bilanciamento tra attenuanti e aggravanti.

Confermare le condanne a 23 anni e a 17 anni e 9 mesi per gli anarchici Alfredo Cospito e Anna Beniamino. È quanto ha chiesto la procura generale della Cassazione all’udienza del processo che vede imputati i due anarchici per l’attentato alla ex caserma allievi carabinieri di Fossano del 2006. 

Una decisione dura che potrebbe portare nuovi disordini in città

Il Processo

Davanti ai giudici della sesta sezione penale, il sostituto pg Lori Perla ha chiesto il rigetto del ricorso della procura generale di Torino, che sollecitava invece la pena dell’ergastolo con isolamento diurno per 12 mesi per l’anarchico detenuto al 41bis, e 27 anni e un mese per Beniamino. All’udienza in corso oggi in Cassazione, l’accusa ha chiesto inoltre di dichiarare inammissibili i ricorsi delle difese.

Le motivazioni

Per il pg di Cassazione, “il danno effettivamente realizzato” con l’attentato all’ex caserma “è stato di particolare tenuità. Appaiono quindi corrette le determinazioni poste nella sentenza impugnata”. Dopo la requisitoria del pg hanno preso la parola i difensori di Cospito e Beniamino, gli avvocati Flavio Rossi Albertini e Caterina Calia. La sentenza è attesa in giornata.

 

25 Aprile, Roma si blinda: rischio scontri con gli Anarchici: sicurezza al top

25 Aprile: Sieg Heil e simboli nazisti su manifesti per la Liberazione a Roma







Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman

Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.