A- A+
Roma
Crollo al Globe Theatre, chiesto il processo per il gestore del teatro

Nessuno si sarebbe occupato della manutenzione delle scale. Anzi, a dire il vero non c’erano neanche certificati di idoneità e autorizzazioni. In pratica il Globe Theatre era abusivo. Per questo motivo lo scorso 22 settembre 11 ragazzi delle scuole superiori sono rimasti feriti dopo il crollo della scalinata in legno.

Ed è sempre per questo motivo che la procura adesso ha chiesto il rinvio a giudizio per Gianluca Sole, è un ex finanziere, un avvocato che in passato è stato Commissario Straordinario del Governo per il risanamento delle Fondazioni Lirico Sinfoniche e consulente giuridico dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

Commissario straordinario

Dal 19 novembre del 2021 è stato nominato Commissario Straordinario dell’Associazione Teatro di Roma, l’ente partecipato da Roma Capitale e Regione Lazio. Ed è in questa veste che avrebbe dovuto occuparsi “delle manutenzioni ordinarie e straordinarie del Globe Theatre”. Male, secondo la Procura di Roma. L’accusa è di di crollo colposo, lesioni personali colpose e apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo e intrattenimento.

Le indagini

Secondo gli investigatori non avrebbe mantenuto “la struttura in adeguate condizioni di stabilità e solidità”, violando le norme di prevenzione che servono ad evitare gli infortuni sui luoghi di lavoro. Nel teatro shakespeariano nato nel cuore di villa Borghese da un’idea di Gigi Proietti mancavano anche i certificati di “idoneità statica della struttura”. Nessuno avrebbe mosso un dito nonostante la scala in legno “risultava presentare chiari segni di logorio e fragilità con sfaldamento di alcune parti”, si legge negli atti.

Gli studenti feriti

È lì che 11 studenti della scuola Saffo di Roseto degli Abruzzi, hanno rischiato la vita dopo aver visto Il Macbeth, con la regia di Daniele Salvo. La scala ha ceduto. "Gli alunni sono caduti tra le travi da un'altezza di circa tre metri”, aveva raccontato una docente. Indagando, dalle parti del Campidoglio hanno scoperto (e comunicato al pm Gianfederica Dito e al procuratore aggiunto Giovanni Conzo) che "l'Associazione Teatro di Roma ha ottenuto le autorizzazioni di pubblico spettacolo per le annualità 2018, 2019, 2020 e 2021" ma " che l'autorizzazione per l'anno 2022 non risulta essere stata richiesta né ottenuta".

Stagione senza autorizzazioni

La stagione teatrale è andata avanti "in assenza del titolo autorizzativo" previsto dal Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Probabilmente l’autorizzazione se richiesta non sarebbe stata ottenuta senza un’adeguata manutenzione.







Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza

Parchi e agricoltura, insieme si può: il libro di Gubbiotti smentisce l'impossibile coesistenza


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.