A- A+
Roma
Dall’acqua pubblica all’acqua a pagamento per salvare Bracciano e la terra

Il Movimento 5 Stelle risponde all'accusa di cittadini e opposizione di voler rendere a pagamento l'acqua pubblica.

 

“Gli esponenti del Pd non ci lasciano neanche il tempo di iniziare i lavori e già si lanciano nella solita opera di mistificazione della realtà, omettendo strumentalmente alcuni passaggi del nostro testo”, ha dichiarato Annalisa Bernabei, prima firmataria della mozione che vuole rendere a pagamento i punti di erogazione di acqua naturale e frizzante. “Forse non tutti sanno che le case dell'acqua a Roma non sono fonti gratuite: in realtà i loro costi gravano sulle bollette di tutti gli utenti di Roma e provincia, anche di chi non utilizzerà mai tale servizio – ha continuato Bernabei - Parliamo di un costo medio di realizzazione e installazione di circa 30 mila euro per ogni casetta, cui bisogna aggiungere la spesa per la manutenzione e per la fornitura idrica ed elettrica”.
La proposta dei 5 Stelle vuole eliminare la quota di manutenzione e copertura delle spese di acqua e fornitura elettrica delle case dell'acqua che ora sono addebitate sia a Roma Capitale che alla cittadinanza.
La mozione prevede anche la riduzione delle captazioni al lago di Bracciano e l'implementazione di opere che garantiscano l'approvvigionamento idrico di Roma.
“Chiediamo ad Acea un piano di risparmio idrico che coinvolga tutta la cittadinanza a fronte della grave siccità in corso e che gli utili societari vengano reinvestiti sulle reti. Si tratta di una strategia mai attuata in passato”, ha dichiarato Bernabei, che ha specificato che l'acqua pubblica è tra le priorità del M5S e la giunta capitolina intende continuare a tutelarla.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
acquaemergenzasiccitàcase dell'acquanasonibraccianom5sannalisa bernabei



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.