A- A+
Roma
Emergenza abitativa, FdI attacca Gualtieri: In un anno assegnate solo 37 case
Corviale

“Delle 120 unità abitative - ex proprietà INPS - acquisite dal Comune di Roma a luglio del 2023, solo 26 sono state assegnate, altre 11 lo saranno nel mese di maggio per un totale di 37. Nel giro di un anno il bilancio di una sbandierata vittoria della Giunta Gualtieri appare quantomeno fallimentare”.

Lo ribadisce a gran voce Stefano Erbaggi, Consigliere del Comune di Roma.

Il caso

“Delle 120 unità abitative - ex proprietà INPS - acquisite dal Comune di Roma a luglio del 2023, solo 26 sono state assegnate, altre 11 lo saranno nel mese di maggio per un totale di 37. Nel giro di un anno il bilancio di una sbandierata vittoria della Giunta Gualtieri appare quantomeno fallimentare”. Lo ribadisce a gran voce Stefano Erbaggi, Consigliere del Comune di Roma, che spiega: “A luglio scorso il Comune aveva speso 10 milioni di euro per l’acquisto degli immobili. Dopo numerose perplessità dell’opposizione, ci era stato garantito che presto sarebbero stati disponibili e che avevano bisogno di poca manutenzione. A marzo del 2024 ho chiesto un aggiornamento della situazione dal quale è emerso che delle 120 unità immobiliari acquisite dal Comune di Roma, 93 sono stati effettivamente presi in possesso. Ma perché allora non sono ancora a disposizione degli utenti?"

Attacco al Comune

"Il Comune di Roma deve ancora sistemarli, dopo un anno quasi dall’acquisto. Nonostante le rassicurazioni fornite al sottoscritto, pare chiaro che non sia sufficiente ‘un’imbiancata’ per metterli a disposizione degli utenti. I lavori in alcune di queste abitazioni sarebbero iniziati solo ad aprile 2024, il mese successivo alla mia ultima interrogazione con la quale chiedevo aggiornamenti. Degli immobili restanti, quelli di cui il Comune di Roma non è ancora in possesso, va sottolineato inoltre che 24 sono occupati, 2 sono sotto sequestro amministrativo, 1 ha impedito l’accesso. Inoltre, come da opportuna documentazione giunta a seguito di una mia interrogazione, ho appreso che solo il 10 aprile sono partite le procedure di verifica sugli occupanti. Raccapricciante che tutti tacciano e nessuno dell’Amministrazione Gualtieri senta il diritto-dovere di fornire spiegazioni ai cittadini - ha concluso Erbaggi - tantomeno il duo Zevi-Trombetti”, conclude Erbaggi.







Io resto a casa, altro che Covid: niente vacanze per mezzo milione di romani

Io resto a casa, altro che Covid: niente vacanze per mezzo milione di romani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.