A- A+
Roma
Fase 2, Zingaretti: si rompe idillio coi sindacati. Riaperture in “autonomia”

Fase 2 Lazio, si rompe l'idillio tra Zingaretti e i sindacati: la discussione tra Governo e Regioni ha fatto sì che si arrivasse alla formulazione delle ordinanze per l’apertura degli esercizi commerciali solo a 24 ore prima della scadenza del lockdown, facendo così saltare l'incontro tra il governatore e le organizzazioni sindacali.

 

Infatti, visto la mancanza di tempo, è stata saltata a piè pari la procedura di confronto con la presenza delle categorie interessate. I segretari generali di Cgil Roma e Lazio, Cisl Lazio e Uil Lazio sono così insorti ed hanno inviato una lettera di protesta all'assessore alla Sanità Alessio D’Amato, all'assessore al Lavoro, all'assessore allo Sviluppo Economico Paolo Ornelli ed al presidnete Nicola Zingaretti: “Le organizzazioni sindacali non possono essere considerate l’agnello sacrificale da immolare sull’altare degli equilibri politici nel Governo e di questi con le Regioni. Non possiamo quindi che stigmatizzare l’atteggiamento della Regione che a fronte di una ordinanza per la riapertura degli esercizi pubblici si è limitata ad una convocazione a poche ore dalla emanazione del provvedimento in questione negando la possibilità di coinvolgere le categorie interessate come richiesto determinando l’impossibilità di sviluppare un confronto di merito. Così come appare del tutto inaccettabile che a seguito di una richiesta di incontro per discutere della riapertura delle attività ambulatoriali, DH e Day Surgery ci si trovi di fronte ad un documento già inviato alle aziende sanitarie e ai soggetti privati accreditati che prevede la possibilità di aperture anche domenicali senza alcun confronto con le OO.SS. Confederali”.

La lettera finisce con un appello dei sindacati, in cui si chiede che venga rispettato il corretto di sistema di relazioni: “Siamo pertanto a chiedervi di ripristinare un corretto sistema di relazioni sindacali senza il quale ci vedremo costretti a mettere in atto tutte le azioni necessarie a rendere evidente il nostro dissenso, a partire dalla convocazione delle categorie coinvolte e interessate alle riaperture”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fase 2fase 2 laziozingarettisindacatiregione laziocisl laziouil laziocgil roma e lazioriaperture



    Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

    Casapound sfida la Polizia e il Pd: “Manganellate e lacrimogeni senza motivo”

    i più visti
    i blog di affari
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Il 25° brano dei Jalisse presentato al Festival di Sanremo 2022
    CasaebottegaJalisse
    Relazione extraconiugale, la mia amante sa che sono single. Rischio un reato?
    di Avv. Francesca Albi*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.