A- A+
Roma
Fegato grasso: i bambini nati sottopeso sono 4 volte più a rischio degli altri

I bambini che nascono sottopeso sono più inclini degli altri a sviluppare un fegato grasso. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e dell’Università di Torino.

 

La ricerca, coordinata dal professor Valerio Nobili, responsabile di Malattie Epatometaboliche del Bambino Gesù, è stata appena pubblicata sulla rivista scientifica American Journal of Gastroenterology.
La scoperta della correlazione tra steatosi epatica, ossia un eccessivo accumulo di grasso nelle cellule del fegato, e il peso dei neonati alla nascita permetterà di prevenire fibrosi epatiche e tumori al fegato. Un fegato grasso, infatti, è asintomatico e la diagnosi spesso arriva solo dopo esami di laboratorio. Se non adeguatamente trattato, tende ad evolvere nel tempo verso l’infiammazione cronica e a degenerare nella fibrosi epatica e nell’epatocarcinoma.
Da oggi, i bambini con un basso peso alla nascita devono essere considerati una popolazione con un rischio maggiore di sviluppare steatoepatite e devono quindi essere sottoposti ad un attento monitoraggio nel tempo per evitare l’insorgenza della malattia o per intercettarla precocemente in modo tale da contrastarne efficacemente l’evoluzione naturale.
La steatosi epatica o fegato grasso è la malattia al fegato più diffusa nel mondo occidentale. Colpisce infatti tra il 5-15% della popolazione pediatrica generale. Queste stime aumentano se si considera i bambini obesi, che presentano fegato grasso nel 30-40% dei casi.
Secondo le stime ISTAT, nel 2016 sono venuti alla luce circa 474 mila bambini. Di questi, circa il 10% è nato piccolo per età gestazionale. Per loro il rischio di sviluppare un fegato grasso è quattro volte più alta rispetto agli altri neonati.

 

Tags:
fegato grassosteatosineonatisottopesoricerca
Loading...



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Coronavirus: Elisa D'Ospina posa in lingerie davanti al frigorifero di casa

Coronavirus: Elisa D'Ospina posa in lingerie davanti al frigorifero di casa

i più visti
i blog di affari
Coronaivirus, la vita agra. Cronache dal silenzio milanese
di Maurizio de Caro
Contatori bancari e rating. Rata 31 marzo? Cari debitori, la rata va pagata!
di Paolo Brambilla - Trendiest
Unione Europea? Non esiste. Lo vedono pure gli euroinomani più impenitenti
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.