A- A+
Roma
Fontana di Trevi: bagno e botte ai vigili, Salvini: "No la multa, in galera"
Fa il bagno a Fontana di Trevi e aggredisce due vigili

È stata sottoposta a Trattamento sanitario obbligatorio la donna che, sabato sera, dopo aver fatto il bagno nella fontana di Trevi, ha aggredito due agenti della polizia locale di Roma Capitale.

La scena, vista la grande presenza di turisti, è stata filmata e diffusa sul web e anche sulla pagina Instagram e sul profilo Telegram di Welcome to favelas. La donna, si vede nei video, dopo essere entrata nella fontana, è stata invitata da un vigile a uscire. Non avendo effetto il richiamo, l'agente è entrato in acqua per andare a recuperarla. Una volta raggiunta, la donna lo ha colpito con uno schiaffo.

Fa cadere con un calcio una vigilessa

Trascinata fuori dalla fontana, ha continuato a dare in escandescenze e ha fatto cadere con un calcio una vigilessa. La donna è stata poi portata via e sottoposta a Tso.

 

Il commento di Matteo Salvini: "Questa idiota non se la può cavare con una multa"

E sulla vicenda è arrivato il commento ufficiale del ministro Matteo Salvini: “Questa idiota non se la può cavare con una multa da 450 euro.Mettere le mani addosso (in questo caso due volte, uno schiaffo e un calcio) a chi indossa una divisa deve significare finire in galera. Punto”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fontana di trevi bagno fontana di trevimatteo salvinivigili aggrediti fontana di trevi




Elisa Isoardi in costume e la battaglia con la muta. Bellezza un po' cartoon

Elisa Isoardi in costume e la battaglia con la muta. Bellezza un po' cartoon


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.