A- A+
Roma
Il Pd Roma torna a far guerra a Raggi: “Ridisegnano l'anello verde nel caos”

Il Pd di Roma torna a tuonare contro Virginia Raggi, accusata di “preparare la campagna elettorale con un programma che parte dall'Urbanistica.

La denuncia viene dal capogruppo Pd, Giulio Pelonzi che scrive: “La Giunta Comunale ha approvato lo 'schema di assetto dell'anello verde che costituisce atto di indirizzo per la riqualificazione del territorio che insiste nell'anello ferroviario. Il vero obiettivo della delibera è quello di sostituire quanto previsto nel P.R.G. per il Sistema Direzionale Orientale (SDO) con una serie di interventi che però non vengono specificati. Gli interventi non precisati in delibera dovrebbero essere realizzati su aree private, compensandole con altre cubature su altre aree da individuare”.

Pelonzi muove alcune considerazioni in merito: “Al quarto anno di governo un'altro atto di indirizzo - spiega – è evidente che la Giunta ha ormai rinunciato a governare e si è messa a scrivere il nuovo programma elettorale della sindaca. Si tratta poi di un provvedimento pericoloso perché dentro la cornice accattivante dell'Anello Verde ha come unico effetto quello di bloccare gli interventi di riqualificazione maturati dai programmi già pianificati. Servizi e opere pubbliche che i cittadini attendono rischiano di non venir realizzati in nome di una futura non precisata pianificazione. La delibera di indirizzo infatti rinvia la nuova pianificazione all'Assemblea Capitolina. Intanto però nel dispositivo dice agli uffici di applicare immediatamente i principi contenuti nella delibera rispetto ai programmi in essere, in barba alla capacità decisionale del consiglio e delle commissioni”.

Secondo il Pd, “La delibera poi “propone un percorso di partecipazione a posteriori prendendo in giro cittadini e categorie. Inoltre se applicata la delibera costringerebbe l'amministrazione a una nuova girandola di compensazioni per evitare richieste di risarcimento. La delibera infine presuppone un forte investimento pubblico per nulla scontato visto che la Giunta in questi anni non ha lavorato d'intesa con Regione e Governo per raggiungere questo obiettivo. Ci troviamo di fronte all'ennesima 'tesinà da liceo che copia male idee di altri. La Giunta Raggi ha il passo del gambero - conclude Pelonzi - ogni delibera rappresenta un passo in avanti nell'improbabile percorso elettorale della Sindaca e due indietro per il bene di Roma”.

Commenti
    Tags:
    pdpd romaraggicomune romapd contro m5spd contro raggigiulio pelonzisdopiano regolagore roma


    Loading...
    Loading...





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Dimissioni Zingaretti, lo zar sulla via del tramonto. Chiuso il Ventennio Pd

    Dimissioni Zingaretti, lo zar sulla via del tramonto. Chiuso il Ventennio Pd

    i più visti
    i blog di affari
    Professionisti uniti a TUTELA delle donne
    Isagro SpA. Importanti movimenti azionari nella compagine di controllo
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Viviamo nel tempo degli asterischi e dell'impotenza di massa
    Di Diego Fusaro

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.