A- A+
Roma
Maglie, giacche e pantaloni: la Finanza dona ai poveri 85mila capi sequestrati

Oltre 85.000 capi di abbigliamento sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma in un noto centro commerciale dell’hinterland della capitale sono stati donati alla Comunità di Sant’Egidio.

Si tratta di maglioni, pantaloni, giacche e giubbotti di ottima fattura sottoposti a sequestro dalle Fiamme Gialle del II Gruppo Roma in quanto recanti mendaci indicazioni “Made in Italy”, relativamente ai quali il Tribunale capitolino, al termine dell’iter processuale, ha disposto la confisca definitiva e la loro devoluzione alla nota comunità, che potrà utilmente destinarli a persone bisognose prima dell’inizio della stagione invernale.

La sinergia tra l’Autorità Giudiziaria, le Fiamme Gialle e la citata associazione ha permesso di devolvere ai più bisognosi capi di abbigliamento che diversamente sarebbero andati distrutti. Un contributo tangibile, ancora più utile in questi tempi, caratterizzati dalla crisi economica generata dalla pandemia.

Commenti
    Tags:
    comunità di sant'egidiosant'egidiocomunità sant'egidiofinanzaguardia di finanzagdfcapi sequestratiabbigliamentoguardia di finanza romapoveri



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Covid, la vita pubblica in mano ai medici
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Draghi auspica stabilità. E lancia il patto sociale per la crescita duratura
    "Il fronte giustizialista ha creato problemi alle istituzioni"


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.