A- A+
Roma
Negozi, centri commerciali e supermercati: sciopero il 25 Aprile e 1° maggio
Caro spesa e rincari

“Non siamo più disposti a lavorare nei giorni festivi, sacrificando famiglia e affetti. Perdendoci dei momenti di socialità per nulla”. I lavoratori dei centri commerciali, dei negozi lungo le vie dello shopping, i dipendenti dei supermercati e delle aziende della grande distribuzione organizzata preparano la protesta. Il 25 aprile e il 1 maggio è sciopero. 

Un'agitazione forte in due giorni chiave per gli affari.

Sciopero 25 aprile e 1 maggio

Nonostante la volontà di numerosi gruppi e proprietà di mantenere aperte le strutture, dagli ipermercati agli shopping mall, spesa e acquisti saranno a rischio. A proclamare la mobilitazione le sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. 

I segretari generali di Roma e Lazio

“La scelta di alcune aziende della distribuzione di aprire al pubblico nelle prossime festività del 25 aprile e 1° maggio 2024, costituisce un atto assolutamente inopportuno ed irresponsabile: non solo, infatti, si continua a perseguire la fallimentare logica delle liberalizzazioni selvagge delle aperture festive ma, soprattutto, rifiutandosi di definire attraverso la contrattazione collettiva, condizioni retributive e normative adeguate per chi lavora, si continua a sfruttare il lavoro, scaricando su milioni di dipendenti di questi settori i costi e gli effetti collaterali di una concorrenza senza limiti e regole” hanno scritto nella proclamazione i segretari generali di Roma e Lazio Alessandra Pelliccia, Stefano Diociaiuti e Alessandro Contucci. La stessa linea era stata dettata per Pasqua e Pasquetta, come da anni a questa parte.

La rivolta contro il lavoro nei festivi

Nero su bianco il vedemecum per i lavoratori. Chi è stato assunto prima del 2015 infatti non ha il festivo obbligatorio, mentre per i contratti siglati negli anni seguenti c’è una clausola apposita sulla cui interpretazione e applicazione c’è un dibattito giurisprudenziale ancora in corso.  Così i sindacati invitano le lavoratrici e i lavoratori che non hanno la prestazione festiva nel contratto individuale di lavoro a non dare la propria disponibilità ad effettuare prestazioni straordinarie festive. Astensione dunque il 25 aprile e il 1 maggio. Per coloro che invece hanno la prestazione festiva nel contratto individuale di lavoro l’invito è quello di scioperare. 







Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman

Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.