A- A+
Roma
Paura a Termini, rompe la gamba a una donna alla fermata e morde i poliziotti
controlli alla stazione Termini

Paura e delirio alla stazione Termini dove un 27enne nigeriano ha rotto la gamba a una donna alla fermata del bus e poi ha aggredito due poliziotti, prendendoli anche a morsi. La vittima, una romana di 50 anni, è stata portata in ospedale e operata.

L'episodio è andato in scena alle 4:30 del mattino di oggi, 3 gennaio, nel principale hub ferroviario di Roma. 

La ricostruzione

Secondo quanto appreso, tutto è iniziato all'altezza di piazza dei Cinquecento. L'aggressore, un senza dimora regolare sul territorio nazionale, senza alcun motivo apparente, ha preso uno schienale di una sedia in legno e ha iniziato a colpire la donna a una gamba. La vittima non ha potuto opporre nessuna resistenza ed è caduta sull'asfalto.

L'intervento della Polizia

A notare la scena gli agenti del commissariato Viminale. La 50enne è stata portata dal 118 in ospedale. Ha riportato la frattura della tibia e ne avrà per 40 giorni. Il nigeriano fermato, durante il trasporto all'ufficio immigrazione, ha spaccato a calci il finestrino della volante della polizia e poi ha colpito a pugni, calci e dato morsi a due poliziotti rimasti leggermente feriti.

Bloccato

Con l'aiuto di altri colleghi, il 27enne è stato quindi definitivamente bloccato. È stato arrestato per lesioni aggravate, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento ai beni dello Stato. Per domani mattina è prevista la direttissima. 

L'assessore alla sicurezza del Lazio

A Roma "il nuovo anno inizia esattamente come era iniziato il precedente: ancora un’aggressione a una donna nei dintorni della stazione Termini che, nonostante l’aumento dei controlli, resta terra di nessuno, teatro di risse e spaccio". Lo afferma in una nota l'assessora alla Sicurezza urbana del Lazio, Luisa Regimenti. "Alla donna aggredita questa notte alla fermata dei bus di Piazza dei Cinquecento va tutta la mia solidarietà e gli auguri di pronta guarigione. Purtroppo per una donna muoversi da sola a Roma nelle ore notturne è quasi un gesto eroico. Rivolgo un sincero ringraziamento agli agenti che hanno prontamente fermato l’aggressore - prosegue -. I controlli sono necessari in uno snodo strategico come Termini ma il degrado che circonda l’area, frequentata da sbandati e senza fissa dimora, rischia di vanificare l’impegno profuso dalle forze dell’ordine. Siamo a pochi mesi dal Giubileo 2025 e non possiamo permetterci di accogliere i pellegrini in questo modo. L’ennesima aggressione è un preoccupante segnale di allarme: la Regione Lazio è pronta a sedersi attorno a un tavolo con le autorità competenti, a partire dal Comune di Roma, e a fare la propria parte per rendere l’area vivibile e sicura. La sicurezza della stazione Termini dev’essere una priorità".

Iscriviti alla newsletter






Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone

Tor Bella Monaca, rivolta dei pusher contro i lavori: bruciato un furgone


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.