A- A+
Roma
Rebibbia, l'ultima trovata dei detenuti: micro cellulari nei palloni da calcio

Carcere di Rebibbia, l'ultima trovata dei detenuti del penitenziario romano: nascondere dei micro cellulari all'interno dei palloni da calcio. A ritrovarli, all'interno della sala “ping pong”, gli agenti della polizia penitenziaria.

A darne notizia, in una nota, è stato il segretario generale aggiunto della Fns Cisl, Massimo Costantino: “Durante una perquisizione del Reparto G9 del carcere Rebibbia di Roma, e nello specifico all'interno della sala denominata 'ping pong' sono stati trovati 5 micro telefoni cellulari , nascosti all'interno di due palloni da calcio. Occorre ricordare che il personale anche in questo difficile momento epidemiologico espleta egregiamente il proprio servizio sempre attento alla sicurezza non solo esterna ma anche a quella interna. Un plauso da parte della Fns Cisl Lazio a tutto il personale intervenuto.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    rebibbiamicro cellularicellulari carcerepalloni da calciocarcere rebibbiapolizia penitenziariafns cisl lazio



    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

    i più visti
    i blog di affari
    Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
    L'opinione di Tiziana Rocca


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.