A- A+
Roma
Riciclaggio, la Procura chiede rinvio a giudizio per Fini e Tulliani

Gianfranco Fini e Elisabetta Tulliani a rischio processo: la Procura di Roma chiede il rinvio a giudizio per riciclaggio. L'ex presidente della Camera e compagna nel mirino della Dda capitolina per la compravendita dell'appartamento di Montecarlo.

 

Un immobile lasciato in eredità dalla contessa Annamaria Colleoni ad An, poi acquistato da Giancarlo Tulliani, fratello di Elisabetta, grazie ai soldi di Francesco Corallo attraverso due società (Printemps e Timara) costituite ad hoc. Una maxi inchiesta che coinvolge anche il celebre "re delle slot", per il quale il pm Barbara Sargenti ha formulato le stesse accuse. Chiesto dai pm di Roma il processo anche per Sergio Tulliani, suocero di Fini, l'ex parlamentare di An Amedeo Labocetta e altre 4 persone.

Il coinvolgimento di Fini nell'inchiesta è legato proprio al suo rapporto con Corallo. Un rapporto, per la procura, che sarebbe alla base del patrimonio dei Tulliani.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
riciclaggioprocurarinvio a giudiziogianfranco finielisabbetta tullianifrancesco coralloroma



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
L'opinione di Tiziana Rocca


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.