A- A+
Roma
Rivoluzione Acea, le case dell'acqua volute da Alemanno diventano a pagamento

Le case dell'acqua volute da Marino e Alemanno diventano a pagamento. L'assemblea capitolina ha approvato con 25 voti favorevoli, 3 contrari e 3 astenuti del gruppo di Fratelli d'Italia, la mozione proposta dalla maggioranza del M5S.

 

In un clima di emergenza siccità in cui la giunta ha scelto di chiudere a scacchiera decine di nasoni – le storiche fontanelle d'acqua potabile di Roma – ora si pensa pure di far pagare la distribuzione delle case dell'acqua. Al momento ne esistono 56 sulle 100 che le giunte precedenti avevano pensato di aprire nella Capitale e altre 19 sono di prossima installazione. Acea stima che dal 2014 – anno di inaugurazione – ad oggi abbiano erogato 22 milioni 443mila litri d'acqua. Ora in Campidoglio si discute per “concordare con Acea l'erogazione di acqua refrigerata dalle Case dell'Acqua con pagamento immediato”.

 

L'M5S risponde alle accuse di opposizione e cittadini e "svela" il futuro di Bracciano

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aceacase dell'acquaacquasiccitàalemannomarinoemergenzanasonim5s



Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

Roma diventa un Truman Show: la parabola di Raggi e dei consiglieri giocosi

i più visti
i blog di affari
Il New York Times minimizza l'omicidio del ricercatore italiano Davide Giri
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Italia 2^ in UE per abbandono universitario
Massimo De Donno
Super Green Pass, boom di disdette: la distruzione di economia e lavoro
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.