A- A+
Roma
Roma, assaltarono il gazebo di “Noi con Salvini: tutti assolti i 10 imputati

Dieci persone, sei uomini e quattro donne, avevano assaltato un gazebo della campagna elettorale di “Noi con Salvini” nel 2016: il processo si è concluso dopo sette anni con l'assoluzione di tutti e dieci gli imputati.

Le accuse erano di attentato e danneggiamento, nonché di lesione e resistenza a pubblico ufficiale e travisamento. Finora la Procura era riuscita solo a ottenere la misura cautelare dell'obbligo di firma. Salvini aveva chiesto di costituirsi parte civile, ma senza successo.

Secondo la sentenza emessa dal giudice Mario Erminio Malagnino della IX sezione di Roma, il fatto non sussiste per quanto riguardo l'attacco al gazebo. Assoluzione per non aver commesso il fatto, invece, per quanto riguarda la resistenza e le lesioni a pubblico ufficiale. Per il travisamento, infine è scattata la prescrizione.

Soddisfatti gli avvocati difensori: “Questo processo ha costituito un esempio deteriore di accanimento persecutorio da parte della Procura nei confronti degli attivisti dei movimenti sociali cittadini".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assaltoassoltiattaccogazeboimputatinoi con salviniroma






Tor Bella Monaca, incidente mortale: auto contro un monopattino, muore 19enne

Tor Bella Monaca, incidente mortale: auto contro un monopattino, muore 19enne


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.