A- A+
Roma
Roma, tentò di investire un africano con la macchina: arrestato un 33enne

Un uomo di 33 anni è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Lavinio Lideo di Enea a Roma per aver cercato di uccidere un ragazzo della Guinea, investendolo due volte con la sua auto. L'uomo è gravemente indiziato di tentato omicidio con l'aggravante della matrice razziale.

I fatti risalgono al luglio del 2020. L'uomo stava percorrendo in auto via Goldoni, ad Anzio. All'improvviso ha investito il ragazzo guineano di 26 anni, residente in un centro di accoglienza della zona, senza alcuna ragione. Dopo il primo investimento il ragazzo era riuscito rialzarsi e stava cercando di scappare, quando l'uomo ha fatto un'inversione e ci ha riprovato. Questa volta il guineano è rimasto a terra privo di sensi, mentre l'autista si è allontanato.

Le indagini e l'arresto

Subito sono intervenuti i Carabinieri che raccogliendo le testimonianze e i video delle telecamere di sorveglianza installate nella zona, sono riusciti a risalire all'identità dell'autista. Per l'uomo è scattato un provvedimento di custodia cautelare in carcere. I militari lo hanno portato quindi al carcere di Velletri dove dovrà scontare una pena di 4 anni e 4 mesi. Denunciato in stato di libertà anche un secondo uomo che stava in macchina con il 33enne quella sera.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
33enneafricanoarrestatocustodia cautelareinvestirerazzismoroma






E' mezzanotte: spaghettata al chiaro di luna. Vecchi riti per giovani digitali

E' mezzanotte: spaghettata al chiaro di luna. Vecchi riti per giovani digitali


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.