A- A+
Roma
Siccità nel Lazio: l'allarme di Anbi e Ugl. E Gualtieri lancia il Piano Acqua
Siccità in Valle d'Aosta 

Siccità nel Lazio: l'Associazione Nazionale Consorzi per la tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (Anbi Lazio) e l'Unione Generale del Lavoro (Ugl) lanciano l'allarme per le risorse idriche della Regione. Piove sempre di meno, molta acqua viene dispera e in alcune zone le irrigazioni devono cominciare prima del tempo. Gualtieri dal canto suo ha lanciato il piano acqua.

“Un piano da quasi due miliardi di euro - ha detto il sindaco parlando con La Repubblica - oltre agli investimenti realizzati negli ultimi anni che hanno già consentito di ridurre le perdite dei nostri acquedotti: ora al 27%, dunque inferiori alla media nazionale del 42. Roma non diventerà come nel film di Virzì”. Così il sindaco di Roma ha illustrato il piano: “Vogliamo ridurre le perdite, completare le fognature, ridurre i rischi idrogeologici, garantire l'approvigionamento e favorire il riutilizzo dell'acqua depurata. Il principale investimento è rivolto al potenziamento dell'acquedotto del Peschiera: 1,2 miliardi per realizzare un nuovo acquedotto da 27 chilometri, più della metà già coperti dall'ultima legge di bilancio”.

La situazione nel Lazio

“Continua a diminuire la frequenza delle precipitazioni – lamenta Sonia Ricci, presidente di Anbi Lazio - e le poche piogge che interessano il territorio non vengono trattenute. In alcune realtà, come quella romana, siamo stati costretti ad anticipare l’irrigazione di 2 mesi e mezzo così come a Tarquinia. Questo per far sì che colture invernali, il cui fabbisogno idrico in passato era naturalmente coperto dalle precipitazioni, non andassero in sofferenza, portando danni ad un settore, quello agricolo, già provato dal cambiamento climatico degli ultimi anni e dal vertiginoso aumento dei costi energetici. Non si può dimenticare che l’acqua è essenziale per garantire l’esistenza delle aziende agricole senza le quali sarebbe a rischio non solo la salvaguardia del territorio ma ancor più la garanzia di qualità e competitività dei prodotti alimentari made in Lazio”.

L'Ugl lancia invece l'allarme per l'Agro Pontino: “Siamo in ginocchio, serve subito un tavolo permanente di confronto. Serve uno sforzo maggiore per contrastare le difficoltà delle aziende e dei lavoratori alle prese con il problema della siccità”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
allarmeanbigualtierilancialaziopiano acquasiccitàugl






Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman

Taxi introvabili a Roma, Nancy Brilli lasciata a piedi: l'accompagna il barman


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.