A- A+
Roma
Smog, commercianti scatenati contro Raggi: “Blocchi diesel viola le norme Ue”

Smog a Roma, la gestione dell'emergenza inquinamento da parte di Virginia Raggi è un fallimento. Commercianti scatenati: per la Confcommercio i blocchi dei diesel Euro 6 sono inutili e contro le normative dell'Europa in materia di mobilità sostenibile. Ed anche il Codacons si mobilita schierandosi al fianco degli automobilisti coinvolti e diffida il sindaco.

 

La Confcommercio Roma si scaglia così contro il Campidoglio e lo fa toccando uno dei capisaldi della politica M5S: la mobilità sostenibile. I 5 Stelle romani, da sempre paladini e sostenitori di biciclette, monopattini ed auto elettriche, non stanno riuscendo a trovare una soluzione a questa emergenza polveri sottili e stanno procedendo con una raffica di provvedimenti emergenziali.

“Quello che sta accadendo in questi giorni a Roma è un triste catalogo di ciò che non dovrebbe essere fatto per garantire la mobilità sostenibile nelle nostre città – dichiara il direttore di Confcommercio Roma, Pietro Farina -. Non si dovrebbero adottare provvedimenti emergenziali ma misure organiche e strutturali per favorire il rinnovo sostenibile del parco circolante. Non si dovrebbero introdurre discriminazioni nelle regole d'uso della città per i veicoli, se non tecnicamente e scientificamente giustificate. Non si dovrebbe intervenire su parti limitate del territorio, ma andrebbero ricercate più efficaci uniformi linee d'intervento”.

Farina poi spiega il perché fermare anche i diesel Euro 6 è stato un grave errore. “Il blocco - sottolinea - esteso anche ai veicoli Euro 6 a gasolio, di ultimissima generazione è ingiustificato dal punto di vista delle emissioni inquinanti, introduce una indebita discriminazione nel mercato e gli unici ulteriori impatti che genera sono i danni per cittadini e imprese la cui mobilità, in assenza di valide alternative, viene ridotta. Il provvedimento è in contrasto con quanto l'Europa afferma che debba essere lo scopo dei Piani urbani della mobilità sostenibile ovvero il miglioramento dell'accessibilità urbana e invece la strada da seguire dovrebbe essere proprio quella disegnata dalle linee guida europee e nazionali per la redazione di tali strategici strumenti di pianificazione, per una maggiore accessibilità delle città italiane da conseguire con soluzioni di trasporto integrate e più sostenibili”.

Smog a Roma, il Codacons diffida il sindaco Virginia Raggi

Nel frattempo il Codacons ha inviato oggi una formale diffida al sindaco Raggi, in cui si chiede da un lato di adottare misure a tutela degli automobilisti coinvolti nei blocchi della circolazione, dall’altro di fornire la prova dell’attività dell’amministrazione sul fronte della lotta all’inquinamento. “La mancanza di provvedimenti preventivi per limitare l’inquinamento ha avuto come conseguenza enormi disagi per la collettività alla quale si continuano a chiedere sacrifici in assenza di chiari e concreti interventi volti a combattere il fenomeno dell’inquinamento nella capitale – scrive il Codacons nella diffida –. Danni per tutti gli utenti impossibilitati a raggiungere i posti di lavoro senza l’utilizzo del proprio veicolo, ed un evidente danno economico per coloro che, nonostante siano in possesso di veicoli di ultima generazione Euro6, vengono privati della possibilità di utilizzo degli stessi”.

“I sindaci di tutte le città hanno l’obbligo di raggiungere il risultato di non superare il valore limite dell’emissione di materiale di particolato (pm10), pari a 50 µg/m³, più di 35 volte per anno civile, e quindi di attivarsi preventivamente adottando tutte le misure necessarie a prevenire, e non ad intervenire con ordinanze lesive dei diritti della cittadinanza solo a danno ottenuto”, scrive ancora l’associazione. Per tali motivi il Codacons ha formalmente diffidato la sindaca Virginia Raggi “a garantire l’utilizzo gratuito di tutti i mezzi di trasporto pubblico per tutti i proprietari dei veicoli oggetto dell’ordinanza e impossibilitati all’utilizzo degli stessi con un programma che preveda il potenziamento dei mezzi di trasporto pubblico e le maggiore frequenza sia di quelli di superficie che delle linee metropolitane valutando anche la possibilità di un urgente incontro con la scrivente Associazione al fine di valutare rimborsi ed indennizzi per tutti i danni subiti dagli utenti”.

Il Codacons ha chiesto anche di prendere visione di tutti gli atti e documenti relativi alle attività e misure preventive poste in essere negli ultimi 5 anni dalla P.A. per evitare a Roma il superamento dei limiti di Pm10.

Smog, blocco diesel inutile: Pm10 alle stelle. Raggi fa la danza della pioggia

Smog a Roma, diesel ancora fermi: il Comune li vieta anche mercoledì e giovedì

Loading...
Commenti
    Tags:
    blocco auto dieselblocco autosmog romablocco traffico romablocco diesel euro 6auto ferme a romaauto ferme oggi a romainquinamento romapm10 romapm10comune romaraggidanza della pioggiapolveri sottilismogconfcommercioconfcommercio romacodacons
    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Coronavirus Lazio, tamponi solo a 1 su 181. Poi l'annuncio: “Test per tutti”

    Coronavirus Lazio, tamponi solo a 1 su 181. Poi l'annuncio: “Test per tutti”

    i più visti
    i blog di affari
    I medici? Da eroi a capri espiatori. Ora pure le minacce di cause legali
    di Giusi Urgesi
    Ascolti La7, Cairo va al “Massimo”. E già si parla di rinnovo per Giletti
    Di Francesco Fredella
    COVID-19. La burocrazia può fermare la produzione di mascherine sanitarie?
    Paolo Brambilla - Trendiest

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.