A- A+
Roma
Stazione Trastevere, al via il cantiere lato Marconi: presto un secondo tunnel
L'avvio del cantiere alla stazione di Trastevere

Un’opera che consentirà di collegare i quadranti Gianicolense e Marconi di Roma attraverso la stazione Trastevere, garantendo a oltre 50 mila persone di poter accedere con facilità al servizio ferroviario. Sono iniziati i lavori per la realizzazione del sottopasso della Stazione Trastevere di Roma. 

Termineranno prima della fine del 2025

Le novità

Oggi accessibile solo da un lato della città, quello della circonvallazione Gianicolense, con i lavori inaugurati questa mattina si aprirà un nuovo fronte su viale Marconi, favorendo così l’afflusso di una grande quantità di utenti nello scalo ferroviario. Una vera e propria ricucitura urbana di quartieri da sempre divisi dalla ferrovia che torneranno a essere comunicanti e serviti da un’unica stazione ferroviaria che fungerà da cerniera e da importante area di aggregazione.

L’impegno di RFI

Finanziati da Rete ferroviaria italiana complessivamente con 10,5 milioni di euro nell’ambito del Piano integrato stazioni, gli interventi consentiranno un aumento dei flussi pedonali della stazione di quasi il 50 per cento e permetteranno la riqualificazione dell’intera area grazie anche ad una razionalizzazione degli spazi verdi e dei servizi al viaggiatore con la realizzazione di una nuova viabilità interna e di punti per la sosta breve delle auto che accompagnano i passeggeri. Il fronte sud risulterà accessibile entro la fine del 2025. A dare l’avvio dei lavori di apertura dei nuovi accessi, oggi a Trastevere, l‘assessore alla Mobilità e trasporti, della Regione Lazio, Fabrizio Ghera, il sindaco Gualtieri l’amministratore delegato e direttore generale di Rete ferroviaria italiana, Gianpiero Strisciuglio e l’amministratore delegato e direttore generale di Fs sistemi urbani, Umberto Lebruto.

Il sindaco

“Questo è un punto importante per noi oggi inauguriamo un cantiere che ha una funzione molteplice, dall’ampliamento del bacino di captazione pedonale del 50 per cento alla ricucitura urbana di un nodo trasportistico cruciale per Roma ampiamente sottovalutato e sottoutilizzato”, ha commentato il sindaco Gualtieri. “Le stazioni – ha aggiunto – sono luoghi pregiati non solo del sistema del trasporto e intermodalità ma anche dal punto di vista urbano. L’apertura del secondo fronte della stazione è complementare a una serie di altri interventi. La conclusione avverrà nel terzo trimestre del 2025. Si procederà a ritmi serrati”.

L’assessore Ghera 

“Questo è un intervento più urbanistico che trasportistico in un’area importante e storica della Capitale e molto popolosa. È fondamentale che ci sia un potenziamento del servizio”, ha commentato l’assessore regionale ai Trasporti, Fabrizio Ghera. “La Regione ha il compito di fare passare i treni, se dopo questi interventi non incrementiamo il contratto di servizio con Trenitalia diventa un problema. È fondamentale garantire massima attenzione e sinergia”.

L'accordo con FS

“Su Trastevere è previsto un piano di assetto da più di 20 anni di storia, l’impegno delle istituzioni non è andato disperso e oggi iniziamo a raccogliere i frutti”, ha osservato l’amministratore delegato e direttore generale di Fs sistemi urbani, Umberto Lebruto. “Qui l’impegno preso con gli assessorati competenti – ha aggiunto – vede tutti lavorare per l’obiettivo Comune di raggiungere completamento della variante urbanistica entro la fine di quest’anno. Metteremo a disposizione del mercato entro la fine dell’anno la possibilità di realizzare oltre alle infrastrutture anche spazi vivibili dai cittadini: circa 10 mila metri quadri di un possibile volume ricettivo, con al piano terra anche un po’ di commerciale, e altri 3 mila metri quadri da destinare a funzioni per la città. Con l’assessorato alla Mobilità abbiamo contrattualizzato un tassello urbano per realizzare un parcamento dell’Atac”, ha concluso.







Ama denuncia i fornitori: cartello delle officine meccaniche, Antitrust indaga

Ama denuncia i fornitori: cartello delle officine meccaniche, Antitrust indaga


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.