A- A+
Il Sociale
Game 4 Value, al via la seconda edizione della Game Jam by Fondazione Ania

Game 4 Value, la Game Jam organizzata dalla Fondazione ANIA

Creare il concept di un videogioco a tema sostenibilità in modo innovativo e coinvolgente per i giovani e per i loro coetanei, con l’obiettivo di sviluppare e diffondere i progetti migliori, è il cuore di “Game 4 Value”, la Game Jam organizzata dalla Fondazione ANIA e riservata agli studenti delle scuole superiori che si svolgerà dal 24 al 26 novembre.

La Fondazione Ania, nata nel 2004, ha come obiettivo principale l’informazione sulla prevenzione dai rischi, la promozione della sicurezza e la protezione dei cittadini e delle imprese.

La Game Jam è una competizione innovativa, in cui i partecipanti si sfidano per creare un videogioco partendo da un’idea. Gli studenti saranno preventivamente introdotti ai concetti base riguardanti l’integrità ambientale, la possibilità di migliorare l’efficienza energetica attraverso nuovi strumenti e l’utilizzo di risorse in una logica non solo individuale ma anche di mutualità ed equità sociale.

A “Game 4 Value” possono partecipare studenti delle scuole secondarie di secondo grado, riuniti in squadre da 3 a 6 persone appartenenti allo stesso istituto, che possono iscriversi fino al 30 ottobre attraverso il form disponibile sulla piattaforma al seguente link: contenutiscuola.it

Nelle settimane che precedono la Game Jam, gli iscritti potranno approfondire i temi della sfida accedendo a speciali contenuti digitali che trattano le tematiche legate alla sostenibilità ed in particolare ai fattori ESG (Environmental, Social, Governance) e SDGs (17 obiettivi di sostenibilità fissati dalle Nazioni Unite da raggiungere entro il 2030 dagli stati membri attraverso azioni di alto impatto sociale).

Game 4 Value, sfida agli youtuber

Un percorso che servirà a preparare i concorrenti in vista del lungo fine settimana della sfida, quello dal 24 al 26 novembre. In quel week end si svolgerà contemporaneamente in tutte le scuole partecipanti la Game Jam: le squadre dei ragazzi iscritti dovranno elaborare una proposta di videogame per smartphone che si ispiri alle tematiche della sostenibilità. Nel corso della competizione i ragazzi potranno inoltre confrontarsi sia con esperti, sia con una squadra di giovani youtuber tra i quali Yotobi, Sabaku, Fraws e Synergo e Redez.

Una settimana dopo, il 3 dicembre, a chiusura dell’evento, la Giuria indicherà la proposta vincente premiando l’idea creativa migliore e più originale. La scuola a cui appartiene la squadra vincitrice riceverà un premio per finanziare attività didattiche, mentre i ragazzi potranno sviluppare il loro progetto seguiti da esperti del settore del gaming, in un percorso che sarà ritenuto valido all’interno del programma di alternanza scuola lavoro (Pcto).  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
game





in evidenza
La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport

Nostalgia Masolin

La sua prima volta senza la Formula 1? Cos'ha fatto la star di Sky Sport


in vetrina
Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti

Dal “quanto mi armi” di Zelensky a Salvini come Geolier: i meme più divertenti


motori
Lamborghini la rivoluzione sostenibile: un futuro di Innovazione e tecnologie

Lamborghini la rivoluzione sostenibile: un futuro di Innovazione e tecnologie

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.