A- A+
Sport
Fifa, cartellino rosso al Barça: no acquisti sul mercato per 2 anni

Il Barcellona non potra' operare sul mercato per le prossime due sessioni. Mano pesante della Disciplinare della Fifa, che ha sanzionato la Federcalcio spagnola e il club blaugrana per aver violato le norme relative a trasferimenti e contratti di giocatori sotto i 18 anni tra il 2009 e il 2013. Per il Barca anche una maxi-multa di 450mila franchi svizzeri (370mila euro) e 90 giorni per regolarizzare la situazione di tutti i giocatori minorenni coinvolti. Per la Federazione spagnola ammenda di 500mila euro svizzeri (410mila euro) e un anno di tempo per porre rimedio alle lacune normative. Per entrambe le parti anche una reprimenda. Stando cosi' le cose, il Barcellona potra' tornare a operare sul mercato solo nell'estate 2015 e sfumerebbero alcune trattative eccellenti: nelle ultime ore ad esempio si era parlato di un club catalano pronto a sferrare l'offensiva per il gioiello viola Cuadrado (che tanto piace a Juve e Bayern Monaco), ma ache interessato a Pijanic (obiettivo principe del Psg e in scadenza con la Roma).

Pique' ko, un mese di stop - Brutte notizie per Gerard Pique'. Il difensore del Barcellona dovra' stare fermo un mese per l'infortunio all'anca riportato nell'andata dei quarti di finale di Champions League contro l'Atletico Madrid (1-1). Il 27enne centrale della nazionale spagnola si e' infortunato dopo 12 minuti della sfida del Camp Nou in seguito a una brutta caduta dopo uno scontro di gioco con Diego Costa, poi anche lui costretto ad abbandonare il campo per un problema alla coscia. Pique' saltera' la gara di ritorno di mercoledi' prossimo e la finale di Coppa del Re contro il Real Madrid del 16 aprile. Un problema in piu' per il tecnico Gerardo Martino che deve gia' rinunciare al portiere Victor Valdes e che spera nel recupero dell'altro centrale, Carles Puyol, alle prese con un problema al ginocchio.

Barcellona-Atletico Madrid, ancora un pareggio - Il derby spagnolo di Champions League chiude il suo primo atto con un pareggio che soddisfa piu' l'Atletico Madrid che il Barcellona. Il gol in trasferta da' un piccolo vantaggio ai colchoneros di Simeone, ma i catalani di Martino sono pienamente in corsa. Si comincia e dopo quattro minuti e' l'Atletico a costruire una clamorosa palla gol. Rinvio inguardabile di Pinto (in porta al posto dell'infortunato Valdes), che favorisce il recupero di Arda Turan sulla tre quarti campo, palla all'ex di turno David Villa che fa partire un tiro in diagonale da facile posizione, ma la palla finisce out. La risposta e' di Leo Messi, con la sua solita serpentina dal limite fermata fallosamente da Gabi al limite dell'area, ma sul calcio di punizione seguente il pallone colpito dall'argentino finisce sulla barriera. La "pulce" e' il piu' pericoloso dei suoi, soprattutto nel ruolo di rifinitore: al 25' con un colpo di tacco si libera del suo controllore e serve un pallone con il contagiri a Iniesta, il quale pero' al momento della conclusione viene contrato da Godin. Nella prima mezz'ora il derby perde anche due tra i protagonisti piu' attesi come Pique' e soprattutto Diego Costa per infortunio. Il primo tempo si chiude con un'occasione per parte di Neymar e Villa, ma il risultato rimane in equilibrio. A spezzare il match ci pensa al 10' della ripresa l'ex juventino Diego, subentrato a Diego Costa, che con un incredibile tiro da fuori area batte Pinto ammutolendo il Camp Nou. La risposta del Barca e' affidata ad una buona conclusione da lontano di Busquets, ma Courtois si salva in corner. Il pareggio catalano arriva pero' dopo l'ingresso in campo di Sanchez. E' l'ex Udinese infatti a recuperare palla su una ripartenza dell'Atletico e a servire Iniesta, l'"illusionista" e' preciso nel servire in area Neymar, il quale non sbaglia il diagonale. I blaugrana sono galvanizzati dal pareggio e spingono forte sull'acceleratore mettendo in difficolta' gli ospiti. Il trascinatore dei suoi e' Iniesta che trova un tiro magnifico intorno alla mezzora, ma e' altrettanto fantastica la risposta del portiere belga Courtois, il quale si ripete a 3 minuti dal termine su di una punizione di Messi. Finisce 1-1, il ritorno del Vicente Calderon vale la semifinale.

Champions, il Manchester United ferma il Bayern Monaco. L'interista Vidic spaventa Guardiola - Contro ogni pronostico, il ridimensionato Manchester United di David Moyes (7A in Premier e duramente contestato in settimana) tiene duro e blocca sull'1-1 i campioni d'Europa del Bayern Monaco di Pep Guardiola. All'Old Trafford, il favorito era lui e invece dovra' attendere ancora una settimana per chiudere i conti e centrare la semifinale di Champions League nel ritorno all'Allianz Arena, dove non potra' disporre degli squalificati Martinez e Schweinsteiger, quest'ultimo espulso nel finale per doppia ammonizione. Succede tutto nella ripresa, al vantaggio di Vidic (migliore in campo, la buona notizia per l'Inter di Thohir) risponde Schweinsteiger, concludendo una grande azione corale. L'unica incisiva di un Bayern pieno di ricamatori ma senza un vero mattatore in area fino all'ingresso di Mandzukic. Dall'altra parte, Moyes sembra aver previsto ogni mossa organizzando una linea Maginot dietro il pallone. Copione chiaro: il Bayern tiene palla, il Manchester fa le barricate. Ma mezzora di monologo bavarese porta a poco e con il passare dei minuti i Red Devils si organizzano, soffocando qualsiasi tentativo di filtrare in area da parte di Ribery e Robben. In realta' Guardiola sembra puntare al logoramento psico-fisico dei padroni di casa, attraverso la solita ragnatela di catalana memoria e oltre il 70% di possesso palla. Il conto delle occasioni pero' e' una per parte nel primo tempo: al 31' tiro di Robben deviato da De Gea in angolo. Al 40' ingenuita' di Boateng che libera Welbeck, ma l'attaccante inglese si fa ipnotizzare da Neuer calciando un prevedibile scavino. Nella ripresa, Moyes lascia a riposo Giggs e cerca piu' profondita' con l'ingresso di Kagawa. Al 13' il Manchester capitalizza quanto di laborioso aveva costruito prima: calcio d'angolo, Vidic stacca indisturbato in area e la palla si infila all'angolino per il vantaggio. Solo a quel punto Guardiola inserisce Mandzukic per Muller, e i bavaresi finalmente entrano in area trovando il pari al 21', con Schweinsteiger, abile nel concludere a rete una torre del croato.

Tags:
barcellonapijaniccalciomercatocuadrado
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal

Scatti d'Affari
SEA, Air Canada lancia il collegamento non-stop tra Milano Malpensa e Montreal


casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.