A- A+
Sport
Da Diego Maradona a Megan Rapinoe: quando il calcio fa politica

Da Diego Maradona a Megan Rapinoe: quando il calcio fa politica

Diego Armando Maradona non è stato “solo” il più grande calciatore di tutti i tempi.

Se la sua recente scomparsa ha commosso il mondo così profondamente è anche per la sua capacità di diventare un punto di riferimento politico, sia in senso stretto, con la sua vicinanza a Fidel Castro ed Evo Morales, sia in un senso più ampio, con le sue battaglie a favore dei poveri e contro una Fifa che lui ha sempre denigrato considerandola unicamente dedita al profitto e al potere di alcuni.

Ma questo è solo uno dei numerosi intrecci tra calcio e politica, un tema che Lorenzo Zacchetti ha approfondito nel libro “Cambiare il mondo con un pallone. Da Nelson Mandela a Megan Rapinoe, da Diego Maradona a Che Guevara: quando in gioco c’è l’identità” (Ledizioni), dai cui capitoli prendiamo spunto per raccontare altrettante storie, attraverso immagini fortemente simboliche.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
da diego maradona a megan rapinoe: quando il calcio fa politica




in evidenza
Affari in Rete

MediaTech

Affari in Rete


in vetrina
Il cuore di Roma color blu Balestra, omaggio alla moda: il Centro s'accende

Il cuore di Roma color blu Balestra, omaggio alla moda: il Centro s'accende


motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.