A- A+
Sport
Garcia, Sabatini: "Frustranti alcune parole". Lui: "Ho detto la verità"

Le parole di Garcia pronunciate alla vigilia di Roma-Palermo sulla superiorità della Juventus avrebbe fatto infuriare il presidente Pallotta. Stando a queste indiscrezioni, riportate da Il Messaggero, si tratterebbe di dichiarazioni non gradite ai vertici della Roma. Un danno all'immagine del club giallorosso, presentato come debole sul piano economico (con rischio sui mercati finanziari dove è quotato) e sul piano tecnico (complicando magari il lavoro dei dirigenti nel convincere alcuni calciatori a firmare per la Roma). Il ds Sabatini comunque giura che Rudy Garcia non è in discussione pur sottolineando che "forse ha sbagliato il saggio dell'ultimo anno".

Garcia "continuare a crescere, ho detto la verita'" - Per il secondo anno di fila, la Roma chiude seconda a -17 dalla Juventus. E cosi' Rudi Garcia, piu' che commentare la sconfitta casalinga contro il Palermo con cui i giallorossi hanno salutato l'Olimpico, torna sulle sue frasi di ieri, discusse e criticate anche da Walter Sabatini, in conferenza stampa. "C'e' da continuare la fase di crescita, c'e' sempre voglia di migliorare - spiega a Raisport l'allenatore francese - Non c'e' paradosso tra quello che dissi dopo Juve-Roma (e cioe' che era sicuro della vittoria dello scudetto, ndr) e le frasi di ieri, quando ho detto che la Juve e' irraggiungibile. Ogni volta che parlo c'e' un momento specifico con una verita' specifica. A Torino subimmo tre gol irregolari e dovevo ricaricare la squadra: negli spogliatoi i giocatori erano delusi e dicevano che sarebbe stato impossibile. Se non avessi detto quelle parole non saremmo arrivati nemmeno in Europa League".

Garcia, prima del match con i rosanero, ha ricevuto una garbata critica anche da Sabatini: "Ho solo detto verita', la Juve forse conquistera' il triplete ed e' irragiungibile. Noi siamo in fase di crescita, ho anche detto che abbiamo la fortuna di avere un presidente fantastico (Pallotta, ndr), che sta costruendo una societa' forte che migliora di anno in anno. Quando avremo uno stadio avremo piu' possibilita' di lottare in campionato e in Europa, c'e' molta sintomia tra me e la dirigenza non solo americana ma anche italiana. Lavoreremo con un direttore sportivo che in passato ha dimostrato di avere la capacita' di costrurie squadre di qualita'". La stagione della Roma non e' certo stata da buttare: "Quando una squadra finisce seconda significa che ha offerto cose interessanti, per gioco e giocatori, anche se nei primi sei mesi eravamo in rampa di lancio, come lo scorso anno. Da gennaio, per diverse ragioni, tra infortuni e Coppa d'Africa, abbiamo espresso un gioco meno buono e sofferto per i tanti pareggi. Pero' bisogna applaudire i giocatori: non era facile riprendere il secondo posto dopo essere scivolati al terzo, e' stata un'impresa che ha dimostrato quanto il gruppo sia fantastica". Fatta una battuta su Totti, che oggi ha realizzato il gol numero 299 con la Roma ("Si e' tenuto il numero 300 per la prossima stagione..."), Garcia ha anche ribadito come, con le dichiarazioni di ieri, "ho protetto la societa' e la crescita del club. Roma non e' stata fatta in un solo giorno e questo vale anche per il club giallorosso, che e' ambizioso come il sottoscritto. Per il momento il nostro obiettivo e' giocare la Champions il piu' spesso possible e lo faremo per seconda volta di fila".

Sabatini "frustranti alcune parole Garcia ma non e'nulla" - "Non condividiamo tutto, ma siamo in una societa' libera nella quale tutti possono esprimere il loro pensiero, Garcia ha lavorato benissimo in questi due anni alla Roma, forse ha sbagliato il saggio dell'ultimo anno". Lo ha dichiarato il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, ai microfoni di Sky Sport prima della partita dell'Olimpico con il Palermo, in merito alle dichiarazioni rilasciate da Rudi Garcia nella conferenza stampa della vigilia.

"Cosa non e' andato bene? Alcune valutazioni sulla forza della Juventus, quelle sui ricavi, sono considerazioni un po' frustranti per chi fa sport. Comunque non e' successo nulla, niente da drammatizzare, credo che Garcia abbia voluto non tanto mettere le mani avanti, ma sia spaventato un po' per la pressione che ha subito lui, la societa' e la squadra a un certo momento della stagione. Noi gareggiamo sempre per migliorare, percio' questi distinguo non li sottoscriviamo. Non c'e' nessuna volonta' di sostituirlo. Sabatini ha parlato anche del futuro di Nainggolan, augurandosi che sia ancora giallorosso: "Assolutamente si', e' un'operazione complessa, e' un giocatore molto importante, ma lo porteremo a casa perche' fa parte dei nostri piani per i prossimi anni".

Tags:
garciasabatiniroma
in evidenza
Festival Economia: "Professione Manager" Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Il direttore di affaritaliani a Trento

Festival Economia: "Professione Manager"
Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.