A- A+
Sport
Juventus ha vinto il titolo 2015 del Fair Play Finanziario. E il Milan...

Juventus e Milan sono i due club premiati nella "Sala dei Grandi" della Provincia di Arezzo nella prima edizione del premio Fair Play Finanziario alla presenza del vice presidente Uefa, Giancarlo Abete. "I tifosi chiedono alle loro squadre le vittorie sul campo, la conquista di trofei e campionati - ha affermato Giancarlo Abete - Spesso pero' si dimentica che i successi sono frutto di programmazione e investimenti mirati. Il Fair Play Finanziario fortemente voluto dalla Uefa non e' solo una dimensione etica, ma una norma da rispettare". In collegamento Skype perche' impossibilitato a prendere parte all'evento, il presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta ha espresso il proprio plauso per la manifestazione sottolineando l'importanza del tema cardine. E' la Juventus, dunque, la squadra campione d'Italia del Fair Play Finanziario. Break Even Rule, indice di solvibilita' relativi ai debiti verso il personale, rapporto personale/fatturato, rapporto PFN/fatturato, equity ratio e going concern: questi i parametri che la giuria del Premio ha analizzato e che hanno permesso di assegnare alla Juventus lo Scudetto. "La short list a cui siamo arrivati - ha spiegato Emmanuela Saggese, portavoce della Giuria - e' frutto di una selezione sulla base degli articoli della Uefa e in particolare gli articoli 49, 50 e 62. Ci siamo quindi attenuti al regolamento Uefa in materia di Fair Play Finanziario".

Sono stati presi in considerazione i bilanci relativi alla stagione 2014/2015 approvati e depositati alla data dell'8 dicembre 2015. Per permettere una valutazione omogenea dal punto di vista temporale si e' preso come riferimento l'anno chiuso al 30 giugno 2015 o 31 dicembre 2014, sono state escluse le societa' con risultato d'esercizio negativo e superiore ai 5 milioni di euro e quelle con patrimonio netto negativo".

Menzione d'onore per il Torino che, come ha sottolineato la giuria nella motivazione, ha saputo trovare il giusto equilibrio tra dimesione economica e sportiva. Pur senza partecipare a competizione europee il Torino e' riusciuto a chiudere in attivo il proprio bilancio rappresentando di fatto un modello.

E' stato, invece, Filippo Galli, responsabile del settore giovanile del Milan, a ritirare il premio Fair Play Finanziario in chiave 'miglior vivaio'. "Alla luce delle analisi effettuate e in relazione all'utilizzo di alcuni fattori tra cui il fattore Nazionale, prima squadra e risultato sportivo il Milan e' risultato essere il primo club nella maggioranza delle classifiche - ha spiegato Gennaro Di Nardo, football data analyst - Quello del Milan e' il settore giovanile che, nel 2014/2015, ha il piu' alto numero di convocazioni alle nazionali giovanili (147, con una percentuale sul totale pari al 12,8%). E' la squadra che, dopo la Roma (che ha un'atleta in piu', 38), ha offerto il maggior numero di giovani alle nazionali under (37, il 10,48% degli atleti convocati in nazionale nel 2014-15 sono tesserati con il Milan, Roma 10,76%). Presupponendo che maggiore sia l'under di riferimento maggiore sia la selettivita' delle convocazioni e degli atleti, sono state sviluppate due particolari analisi (definite analisi ponderate) in cui il settore giovanile del Milan e' risultato essere primo. Il fine ultimo di queste analisi era quello di dare un premio alle societa' che avessero offerto piu' calciatori alle under in prossimita' della Nazionale A".

"E' un Premio che rende merito al lavoro svolto sul settore giovanile - ha dichiarato Filippo Galli - Mi preme sottolineare l'impegno della dirigenza rossonera che da alcuni anni sta portando avanti un progetto relativo al vivaio rossonero con particolare attenzione ai giovani talenti, soprattutto under 14, da poter far crescere in casa. La presenza in prima squadra di giocatori come Donnarumma, Calabria e De Sciglio ne e' l'esempio".

Tags:
juventusfair play finanziariomilanvivaio
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.