A- A+
Sport
L'Europa prepara una "nuova" Superlega: ecco come si svolgerà la competizione
Messias - Cuadrado (Lapresse)

Superlega, questa volta è per davvero: l'arrivo di un top manager per rilanciare il progetto fa sognare i tifosi

Dopo il primo tentativo dell’aprile 2021, la Superlega torna alla ribalta. “Il calcio può fare di meglio”: ecco come si apre la nuova fase del nuovo torneo. JuventusReal Madrid e Barcellona, attraverso A22, la società che ha fatto causa a Uefa e che la sta sostenendo alla Corte di Giustizia Europea, ora avviano una nuova fase più consultiva e politica sul tema delle competizioni europee. Il 19 ottobre 2022 sarà la nuova data da segnare. 

Attraverso dei tweet, A22 riapre il dialogo con il mondo del calcio e lo fa attraverso le parole del nuovo Ceo Bernard Reichart, dirigente con esperienza nel settore dei media e dello sport che ha di recente rivestito il ruolo di Amministratore Delegato di Rtl Deutschland. “Vogliamo aprire un dialogo con società, tifosi e stakeholder perché pensiamo che si possa migliorare l’esperienza calcio”.

“E”, spiega Reichart, “i punti fondamentali da cui ripartire sono quattro: il calcio Europeo sta perdendo la sua leadership; il calcio Europeo non è più sostenibile; i clubs dovrebbero essere in grado di determinare il proprio futuro; un dialogo aperto e costruttivo con tutti gli stakeholders è quanto mai necessario”.

Superlega, come funziona?

Questa nuova competizione dovrebbe diventare una vera e propria Lega dell’Unione Europea, con maggiori valori identitari europei, con promozioni e retrocessioni, solidarietà nei confronti dei non partecipanti e aperta a tutti.

Il modello potrebbe comportare due gironi, sul modello delle “Conference” americane, da 14 o 16 squadre, che poi sfocerebbero in playoff per decidere il vincitore finale. L’obiettivo è portare a sfide di altissimo livello ogni settimana, quindi un prodotto davvero globale, che possa coinvolgere la passione di un numero sempre maggiore di persone nel mondo.

Superlega, questa volta si farà o no?

La risposta passa dalla Corte di Giustizia Europea, ma non solo. Perché l’urgenza di riforme più sostanziali del sistema calcistico europeo si respira anche al di fuori della lite fra la Super League e l’Uefa, perché l’Europa del calcio inizia a essere spaventata dal rischio che il calcio della Brexit catalizzi le attenzioni e i soldi di tutti gli appassionati del mondo, riducendo a tornei marginali gli altri campionati e perfino le coppe europee.

 

 
Iscriviti alla newsletter
Tags:
superlega




in evidenza
Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

Milan, l'incubo dei tifosi

Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.