A- A+
Milan News
Transgender allarme: metà degli adolescenti transgender ha tentato il suicidio

Transgender allarme: metà degli adolescenti transgender ha tentato il suicidio

Transgend, identità di genere: ricerca scientifica solleva domande su come affrontare il crescente numero di adolescenti che si etichettano come transgender

Transgender allarme: metà degli adolescenti transgender ha tentato il suicidio - la ricerca

Uno su due adolescenti transgender che sono donne ma identificate come maschi ha tentato il suicidio l'anno scorso, secondo un nuovo studio. Lo studio, "Transgender Adolescent Suicide Behavior", è stato pubblicato su Pediatrics, la rivista ufficiale dell'American Academy of Pediatrics.

Lo studio sui transgender solleva seri interrogativi su come le famiglie, le scuole, i medici, il governo e i media debbano confrontarsi con il crescente numero di bambini e adolescenti che si etichettano come transgender. Oltre all'allarmante tasso di tentativi di suicidio tra le ragazze transgender, lo studio ha riportato un tasso di tentato suicidio di oltre il 40% per adolescenti che si definiscono "generi non conformi" (né esclusivamente maschili né femminili) e quasi il 30% per adolescenti transgender maschi.

TRANSGENDER: SUICIDI TRA GLI ADOLESCENTI IN NUMERO ALLARMANTE. LO STUDIO

I ricercatori hanno detto di non aver trovato alcuna prova che i giovani transessuali non caucasici fossero a rischio più elevato rispetto agli adolescenti transgender bianchi. Livelli più alti di istruzione tra genitori e posizione geografica, urbana o rurale, non hanno avuto un effetto significativo sui tentativi di suicidio.

Per arrivare ai risultati, tre ricercatori dell'Università dell'Arizona hanno analizzato un sondaggio compilato da oltre 120.000 giovani americani di età compresa tra gli 11 e i 19 anni. In confronto, hanno rilevato che il 14% di tutti gli adolescenti aveva tentato il suicidio almeno una volta. 
 

ADOLESCENTI TRANSGENDER: SUICIDI SEMPRE PIÙ FREQUENTI. LIMPORTANZA DELLA RICERCA SCIENTIFICA

L'autore principale dello studio, Russell B. Toomey, PhD, concentra il suo lavoro su giovani che si identificano come lesbiche, gay, bisessuali, transgender o che chiamano “queer”. Toomey descrive così la sua ricerca:

“In gran parte, la mia ricerca ha esaminato queste relazioni con un'attenzione esplicita agli stressanti pregiudizi, stereotipi e discriminazioni specifiche delle minoranze che contribuiscono alle disparate i esperienze negative vissute dagli adolescenti”

Lo studio di Toomey fornisce ulteriori prove del fatto che gli istituti di ricerca dovrebbero incoraggiare più studi in questo settore. A questo punto non sappiamo solo che le vite sono in pericolo: sappiamo esattamente quante vite sono in gioco.

Quei numeri meritano di essere ripetuti: una ragazza biologica su due che si fa chiamare ragazzo ha cercato di uccidersi nell'ultimo anno. Due adolescenti su cinque non conformi al proprio genere hanno cercato di uccidersi. E tre ragazzi biologici su 10 che si identificano come ragazze hanno cercato di uccidersi.
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    transgenderidendità di generesuicidi adolescenti transgender
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.