A- A+
Sport
MotoGp, Iannone: "Choccato da Jorge Lorenzo. Valentino Rossi..."

"La situazione  del nostro sport oggi è difficile, imbarazzante. Mi spiace che Valentino Rossi non abbia portato a casa il campionato. Ha corso in maniera incredibile. Meritava, era suo. Ho visto e rivisto la gara di Valencia e la cosa che trovo assurda, e lo dico da pilota, era che si correva a un ritmo elevato, ma non c'è stato nemmeno un sorpasso. Questo può succedere in alcuni Gran Premi di F1 non nel Motomondiale. C'è un enorme dispiacere a prescindere. Il nostro sport non è mai stato al centro di polemiche di questo tipo. E ora lo hanno trascinato in un vortice". Con queste durissime dichiarazioni Andrea Iannone, pilota italiano della Ducati in MotoGp, commenta in esclusiva per il settimanale "Chi" la gara di Valencia, finale del Campionato Mondiale, che è costata il titolo a Valentino Rossi,  in mezzo alle ombre di una combine organizzata dai piloti spagnoli per far vincere il titolo a Jorge Lorenzo.

"Quando ho sentito le parole di Jorge, che ha dichiarato:"I miei colleghi spagnoli hanno aiutato uno spagnolo" sono rimasto scioccato", dice Iannone, che era in gara a Valencia, ma si è ritirato a causa di una caduta al terzo giro. "Ho pensato: "Ma dove siamo arrivati?". Non ci volevo credere. Questo è uno sport individuale, sia chiaro. Se c'è stato un complotto? Non voglio neppure immaginarlo. sarebbe un dispiacere per tutti".

Iannone getta poi una luce diversa sul mondo del MotoGp e sulle presunte amicizie tra i piloti. "Il paddock non è un luogo di amici, di abbracci o di sorrisi. Io, come del resto Valentino Rossi, ho sempre evitato le feste del dopo gara. Può succedere che se ti vedono con una bibita in mano, dicono poi che ci hai messo del Rum e il giorno dopo sei l'alcolizzato della pista. Questa è la "fratellanza" della MotoGp. E' ora di raccontare le cose come stanno".

Tags:
motogpiannonejorge lorenzovalentino rossi

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.