A- A+
Sport
Vidal ubriaco e allontanato dal ritiro? Via per "motivi personali"

Arturo Vidal finisce di nuovo in una bufera mediatica. Dopo l'incidente con la Ferrari durante la Copa America (poi vinta con la maglia del Cile ai rigori contro l'Argentina di Messi) con tanto di rischio esclusione dal torneo e lacrime di scuse che hann fatto il giro del mondo, ora è stato rispedito a casa dal ritiro della sua nazionale. Motivo ufficiale: "motivi personali" visto che in queste ore il figlio sarà operato per curare il diabete di tipo 1, del quale soffre dalla nascita.

Secondo quanto riporta la stampa cilena, l'ex stella della Juventus sarebbe rientrato nel ritiro della nazionale in stato di ubriachezza, dopo aver trascorso stando alcuni testimoni citati dal quotidiano 'El Mercuriò una lunga nottata in un locale.

Il ct cileno Jorge Sampaoli avrebbe lanciato contro il centrocampista del Bayern Monaco un vero e proprio ultimatum: "Questa è l'ultima occasione, ora rischi la Nazionale".

L'ex Ct della Roja, Claudio Borghi, sulle pagine de "La Tercera" ha criticato l'atteggiamento di Vidal: "Tutto quello che accade è frutto delle sue decisioni".

Non solo. Stando al Corsport tre compagni di squadra avrebbero tradito Re Arturo denunciando alla stampa cilena le notizie poi uscite. Altre fonti di Santiago raccontano di una discussione molto accesa tra Vidal e David Pizarro - senatore della squadra -  che avrebbe fatto precipitare la situazione. L’ex centrocampista della Fiorentina avrebbe deplorato aspramente le condizioni in cui il compagno di nazionale si è presentato nel ritiro di Pinto Duran. “Ma vai a dormire”, lo avrebbero respinto nel gruppo.

Tags:
vidalubriacoritiromotivi personali
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.